FeaturedSpeciali

PlayStation Vita è morta, stavolta per davvero o forse no?

Parabola discendente di una console sfortunata ed abbandonata

Nella vita ci sono poche certezze, e in quelle poche certezze possiamo racchiudere tutto ciò che riguarda PlayStation vita e il suo pessimo supporto a livello mondiale.

Lanciata per la prima volta nel lontano 17 dicembre 2011, PlayStation Vita era la risposta in salsa portatile di Sony alle sempre incredibili console portatili di Nintendo, che da anni regnavano incontrastate sul segmento portatile grazie a console come GameBoy, Nintendo DS, 3DS e ora Nintendo Switch.

Il TV World mantiene sempre il suo fascino

In particolar modo PlayStation Vita doveva controbattere proprio al Nintendo 3DS, forte del successo passato di PlayStation Portable che aveva raccolto numeri eccezionali nelle vendite e grandi titoli in esclusiva pensati appositamente per il gioco in portatile.

Purtroppo lo sappiamo bene, l’ultima portatile di Sony è stato tutto tranne che un successo, complice la stessa azienda che l’ha abbandonata dopo poco più di un anno dalla commercializzazione.

Persona 4 Golden e l’esclusiva che non c’è più

Uno dei grandi (nonché unici) vanti della portatile Sony era la versione esclusiva di Persona 4, rinominata “Golden” per l’occasione, la quale portava su PlayStation Vita non solo uno dei JRPG più amati dell’epoca PlayStation 2, ma lo faceva anche con nuovi contenuti esclusivi, un personaggio in più, social link migliorati e un dungeon in più dedicato al personaggio aggiuntivo.

Per anni la migliore risposta da dare alla domanda “perché dovrei comprare una PSVita?” è stata proprio “perché c’è Persona 4 Golden“, venduto tra l’altro a prezzi irrisori che si aggiravano dai 10€ fino addirittura a 4.99€ in periodi di saldi.

Con il preordine regalavano anche questa fantastica Skin

Acquisto semplicemente obbligato, considerando la grande qualità del titolo, con una storia che potrebbe portarvi a spendere anche 100 ore di gioco tra attività secondarie, social link vari e farming nei vari dungeon. Il tutto condito con una trama tra le migliori mai scritte nel panorama JRPG.

Ma da qualche giorno a questa parte anche Persona 4 Golden ha fatto il grande balzo, giungendo finalmente sul mercato PC tramite Steam e abbandonando per sempre l’ultima portatile Sony.

Il gioco rimane ovviamente disponibile anche per PlayStation Vita, e la sua presenza su Steam non va a togliere alcun valore alla versione portatile, che rimane comunque un’esperienza unica e irripetibile a portata di tasca.

Di seguito vi lascio le guide che stiamo scrivendo dedicate ai Social Link di Persona 4 Golden, che a breve recensiremo:

Che ne sarà ora di PlayStation Vita?

Con l’arrivo di Persona 4 Golden su PC, in molti si chiedono quali possano essere ora i motivi per acquistare una PS Vita. La risposta, in realtà, è molto più semplice ed interessante di quanto ci si possa aspettare.

Gravity Rush, una delle più belle e sottovalutate esclusive PSVita

Non solo la console è piena di JRPG e Visual Novel di ottima qualità, con titoli del calibro di Persona 4 Golden, Child of Light, Tales of Heart R, Steins;Gate, Disgaea 3 e 4, Odin Sphere Leifthrasir, due titoli della serie Ys, Psycho-Pass Mandatory, God Eater 2 Rage Burst, Danganrompa e molti altri.

A tutto ciò si aggiungono alcuni titoli esclusivi come God of War Collection, Jack e Daxter Trilogy, Ratchet and Clank Collection, Assassin’s Creed Chronicles, il bellissimo Gravity Rush, il picchiaduro Mortal Kombat e altri giochi molto interessanti e recuperabili a prezzi irrisori.

Ma non è tutto. Malgrado Sony per prima si sia disinteressata alla sua stessa craetura, la community del modding è più attiva che mai. E non parliamo di hack per scaricare giochi gratuitamente, ma di mod che aumentano a dismisura le possibilità della console.

Troviamo emulatori di console passate, temi creati dagli utenti, browser di terze parti, programmi per tarare i colori dello schermo LCD della versione Slim di PSVita, porting di titoli freeware o abandonware, app per streammare i giochi da PC su PSVita, finanche a tweak per gestire il clock della console e per usare le MicroSD come memoria interna per i giochi.

Insomma, PlayStation vita è morta per Sony, ma non morirà mai davvero per chi vuole una console portatile su cui poter giocare decine di titoli di qualità nonché far fruttare il lavoro della community del modding per aumentare le potenzialità dell’hardware a disposizione.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità di Persona 4 Golden e PlayStation Vita e non, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su Facebook e Twitter, e abbiamo la nostra community Telegram!

Tags
Close