FeaturedRecensioniVideogames

Assetto Corsa Competizione – Recensione della versione console

Dopo aver rilasciato la versione PC non troppo tempo fa, il team di Kunos Simulazioni è pronto ad approdare con una nuova versione di Assetto Corsa Competizione, stavolta dedicata al pubblico console.

Dalla versione precedente tante cose sono cambiate nel corso dei mesi, grazie anche ai feedback dei videogiocatori che hanno creduto negli sviluppatori e hanno fornito il loro consiglio per migliorare l’esperienza di gioco.Le migliorie sono veramente molte, e sono presenti sia su Console che su PC, durante la nostra analisi vi indicheremo quali sono e come qualitativamente hanno migliorato la simulazione di Assetto Corsa Competizione.

Saranno riusciti a rendere giustizia al titolo con questa nuova versione? Scopritelo insieme a noi.

Primo impatto

Dopo una breve introduzione che ci permetterà di settare al meglio la nostra esperienza di gioco, cercando di utilizzare i giusti setting di difficoltà, saremo pronti ad avventurarci nel GT World Championship.

Tra le modalità disponibili sono presenti le stesse della versione per PC uscita un anno fa: la modalità carriera, campionato, modalità libera per esercitarsi nei vari tracciati di gioco, match personalizzati, gli hotlap e le modalità lobby competitive.

La modalità più interessante è quella della carriera, che ci permetterà di partire dall’Academy Lamborghini, partendo per una scalata verso al successo, accompagnato dalla presenta del campione Mirko Bortolotti. La scelta del Team è la parte fondamentale per l’inizio della nostra carriera, personalizzando il nostro pilota e tutta la scuderia.Assetto-corsa-competizione-screen

Non il massimo

La modalità per singolo giocatore non è di altissima fattura, ma resta comunque piacevole, peccato però per la non presenza di un sistema di classifica e punteggi, che rendono il raggiungere determinati obiettivi poco soddisfacente.

Padroneggiare le ventiquattro vetture non è un compito semplice, servirà tanta pazienza e dedizione. A pad alla mano è possibile avvertire come la padronanza di un veicolo sia ardua, grazie anche al sistema dell’aereodinamica, dove Assetto Corsa resta uno dei titoli imbattiti per la sua resa in gioco. Ogni singolo elemento sulla strada si riversa sul veicolo, proprio come nella realtà, offrendo un impatto pressoché reale.

Sono state fatti dei passi in avanti per l’interfaccia e i menù della versione console. Finalmente Kunos e 505 Games hanno migliorato questo aspetto, offrendo dei box molto più user-friendly per i giocatori che utilizzano il pad. L’interfaccia ricorda in più punti quanto già visto su Project Cars e Gran Turismo Sport.assetto-corsa-competizione-gameplay

Realismo non fedele?

Per quanto il realismo è alla base di questo simulatore, non eccelle nel comparto grafico. Possiamo però confermarvi che gli interni delle auto sono riprodotti fedelmente, nonostante la grafica non sia il massimo e presenta solo una cura marginale lasciando degli artefatti grafici.

Se cercate un simulatore che riproduce fedelmente anche i danni, dimenticatelo. Il nuovo Assetto Corsa è distante dal creare dei segni di collisione che possano avvicinarsi alla realtà, relegando i danni al minimo indispensabile per far vedere al giocatore che il veicolo ha subito un brutto colpo.

Gli effetti atmosferici sono veramente pochi e non sempre riescono a intaccare il nostro veicolo in maniera significativa. La pioggia non causerà un aquaplaning realistico, spesso il veicolo ha una stabilità inverosimile durante la gara.assetto-corsa-competizione-new-gameplay

Alti e bassi

Il comparto audio è pressoché perfetto, i rumori del motore, le ruote che fischiano e la forza brutale dell’ammortizzatore, si riescono a percepire anche senza le cuffie.

La modalità multigiocatore ci ha stupidi per la sua solidità, con delle sessioni molto stabili e dal facile accesso. L’unico neo è che il titolo impiega un bel po’ di tempo prima di collegarsi al server di gioco, ma una volta collegati, il problema non si presenta più.

In modalità online la stabilità non viene meno, il veicolo ha lo stesso feeling della versione in giocatore singolo. Purtroppo si tratta comunque di un opzione che principalmente terrà occupato i più veterani di Assetto Corsa.

Noi abbiamo giocato al titolo su PlayStation 4 Pro, ottenendo una frequenza stabile di 60 FPS, con qualche leggero calo durante le fasi più concitate. Gli sviluppatori hanno confermato che sono a lavoro per ottimizzare al meglio il loro prodotto, soprattutto per gli utenti delle versioni base di PlayStation 4 e Xbox One.assetto-corsa-competizione-gameplay-auto

Commento Finale

Assetto Corsa Competizione non è un prodotto per tutti, ma nonostante tutto a noi è piaciuto. Portare un simulatore di questo genere destinato principalmente al pubblico PC, non è sicuramente un compito semplice, ma Kunos ci è riuscito.

Il Feedback di guida è di qualità, nonostante qualche piccolo drop del framerate, l’esperienza di guida è godibile al pieno della sua offerta. Peccato per le modalità in singleplayer, che peccano di una mancanza di un vero sistema di punteggi e classifica, che avrebbero spinto più giocatori a esercitarsi.

In conclusione, consigliamo il prodotto principalmente a chi è interessato ai simulatori di guida e alla loro competizione.

Assetto Corsa Competizione

Riassumendo

Kunos è riuscito a portare un ottimo prodotto sul mercato delle console. Possiamo finalmente dirlo, Assetto Corsa è tornato in gran forma, nonostante non sia privo di difetti.

Overall
8/10
8/10

Pros

  • Uno dei migliori simulatori
  • Il feeling delle auto è di qualità
  • Il comparto sonoro
  • La modalità multiplayer stabile

Cons

  • Gli effetti di collisione sono troppo basilari
  • Graficamente non al passo con le produzioni odierne
  • Qualche bug
Tags

Federico Molino

Amante delle opera di nicchia e delle belle OST. Appassionato instancabile di molte cose, ma tra le tante spiccano il cinema e la fotografia.
Close