PlayStation 5 – Ubisoft e Insomniac parlano del rivoluzionario SSD

In un recente post pubblicato sul PlayStation Blog è stato posto come centro della discussione le potenzialità del nuovo SSD di PlayStation 5, che a detta di Sony, promette di portare un enorme cambiamento alla struttura dei mondi di gioco.

A tal proposito, tra le pagine del blog si sono esposti sull’argomento diversi sviluppatori di videogiochi tra cui Neil Hill, programmatore a capo del progetto sullo sviluppo di FarCry 6, e Brian Horton, Creative Director di Insomniac Games a lavoro sul prossimo capitolo di Marvel’s Spider-Man dedicato a Miles Morales.

Entrambi gli sviluppatori hanno fortemente evidenziato come la potenza dell’ SSD utilizzato da Sony per la prossima console, consentirà dei tempi di caricamento delle mappe quasi istantanei e darà la possibilità di creare dei mondi di gioco più dettagliati e ampi che mai.

Marvel's Spider-Man Miles Morales fight scene

Horton lo ha definito come un ‘punto di svolta nella storia dei videogiochi’, dichiarando che ‘da qui in avanti e con la maturazione della prossima generazione vedremo alcune incredibili innovazioni nello streaming e nel design dei giochi open-world’.

In seguito a dichiarazioni del genere le aspettative sulla nuova console sono senz’altro lievitate rispetto a quanto non lo fossero già, in particolar modo per quanto riguarda la realizzazione dei prossimi lavori di Ubisoft e Insomniac Games, che promettono dunque di realizzare dei mondi di gioco fenomenali.

Vi ricordiamo che FarCry 6 verrà distribuito dal 18 febbraio 2021 su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox One, Xbox Series X e PC, mentre in concomitanza con l’uscita della nuova console di Sony prevista per fine anno sarà rilasciato anche Marvel’s Spider-Man: Miles Morales come prima esclusiva next-gen della società giapponese.

fc6-screen1

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità su PlayStation 5 e tanto altro ancora, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su Facebook e Twitter, e abbiamo la nostra community Telegram!

Fonte: PSU