FeaturedRecensioniVideogames

WRC 9 FIA World Rally Championship – Recensione

Un ritorno nelle piste sporche e asfaltate di Rally

È passato un anno dall’ultima volta in cui siamo scesi in pista su WRC 8, sviluppato dai ragazzi di Kylotonn, che con l’ottavo capitolo erano riusciti a riportare alla ribalta la serie WRC ormai morente.

Fino all’anno al 2023 i diritti saranno nelle loro mani, per poi passare in mano a Codemasters fino al 2027.

Saranno riusciti i ragazzi a regalare un’esperienza migliore della precedente? Scopritelo insieme a noi in questa recensione di WRC 9.

 

Nessuna reale novità

A differenza del capitolo precedente che presentava delle reali novità, come la modalità carriera che era strutturata in due leghe in cui potevamo gareggiare: la Junior WRC e la lega per guidatori più esperti la WRC 2.

Durante la carriera potremo partecipare ai cosiddetti “eventi”, che potremo selezionare attraverso il calendario, cosi da personalizzare le giornate in base ai nostri bisogni.

Saranno presenti le prove costruttori che saranno necessari per migliorare la reputazione all’interno del team, o avremo la possibilità di accedere alle gare storiche che ci permetteranno di pilotare le leggendarie auto d’epoca che hanno fatto la storia del mondo delle corse.

Gli eventi non finiscono qui, il gioco ci metterà a disposizione delle gare estreme che metteranno a dura prova le nostre abilità al volante. Le vetture da guidare potranno avere dei danni rilevanti o potremo ritrovarci perfino il meteo a sfavore per quel tipo di tracciato.

Partecipando a queste gare, otterremo dei punti esperienza e soldi che riceveremo in base all’esito della competizione, inoltre, potrebbe aumentare anche la soddisfazione della scuderia per cui lavoriamo durante la stagione.

Anche qui non manca il lato gestionale che abbiamo apprezzato molto l’anno scorso, ci sarà infatti un’area dedicata per la gestione dei vari membri.

Potremo scegliere i membri  della nostra scuderia, ognuno dei quali possiede una specializzazione, come meccanico, ingegnere, agente, meteorologo, fisioterapista o direttore finanziario.

Ogni membro ovviamente avrà uno stipendio differente da pagare che varia in base al livello di bravura dello staff scelto, oltre a ciò, è presente una barra stanchezza che potrà ripristinarsi attraverso le giornate di riposo nel calendario, infatti spesso sarà necessario sostituirli cosi da poter far riposare al meglio l’intero team.

Ritorna l’albero delle abilità, che si dirama in 4 rami di specializzazione: team, squadra, prestazioni e affidabilità.

Nel complesso infatti non ci saranno novità o qualcosa d’aggiuntivo al di fuori delle piste.

Comparto tecnico

A differenza di WRC8, è possibile notare fin da subito, come il feeling alla mano è migliorato molto di più rispetto al capitolo precedente, grazie anche a una fisica migliorata e che non lascia impuniti gli errori fatti in gara.

Sarà adesso anche meno difficile andare in testa coda senza un reale motivo, che poteva portarci a ripetere la gara, risultando alla lunga stancante.

Anche qui, ci dovremo adattare al meteo in base alle previsioni sarà una mossa intelligente scegliere il tipo di gomma migliore per evitare di peggiorare troppo la manovrabilità del veicolo.

Il comparto tecnico non ha reali cambiamenti cosi importanti, con un anti aliasing mancante e dei caricamenti lunghi nella versione PlayStation 4 base, soprattutto se affiancato da una grafica generale abbastanza mediocre.

Peccato per la mancanza di un reale miglioramento che avrebbero giovato positivamente al titolo, visto che questo è a tutti gli effetti il canto del cigno della serie WRC in mano a Kylotonn. Tra i problemi si aggiunge anche la voce del navigatore che spesso fa fuori syncro, portando molte volte alla confusione il pilota.

Speriamo che la maggior parte di questi problemi possa essere risolta con una patch al d1 o future.

Tirando le somme

Il prodotto creato dai ragazzi di Kylotonn nonostante i suoi difetti risulta un prodotto ben riuscito e che darà soddisfazioni ai fan della WRC, a partire da miglioramenti sulla fisica e al feeling dato. Peccato per un comparto tecnico che non ha apportato migliorie al tutto, anzi sono presente ben più problemi rispetto al capitolo precedente.

Nel complesso riuscirà a farsi apprezzare dai vari appassionati di rally e non, dimostrandosi un capitolo piacevole da giocare.

WRC 8 FIA World Rally Championship

Riassumendo

WRC 9 FIA World Rally Championship si presenta senza un grosso cambiamento rispetto al precedente, con i suoi miglioramenti alla fisica e alla manovrabilità e aggiungendo dei tracciati che prolungano la durata.

Peccato però per il comparto tecnico che non eccelle su PlayStation 4, a partire dalla grafica e un anti aliasing quasi assente.

Overall
7/10
7/10

Pros

  • Modalità Carriera
  • Meteo dinamico
  • Manovrabilità migliorata

Cons

  • Comparto grafico carente
  • Nessun reale cambiamento
Tags
Close