FeaturedRecensioniVideogames

Surgeon Simulator 2 – Recensione

Tutti possono diventare chirurgi

Sicuramente molti di voi avranno già sentito parlare di Surgeon Simulator 2013, titolo in origine creato per partecipare alla Global Game Jam 2013 e che successivamente ebbe un enorme successo sulla piattaforma di Youtube.

Surgeon grazie alla sua demanialità aveva finito per attirare l’attenzione di molti Youtuber intrattenitori, diventando di conseguenza un icona del gaming pop. A distanza di 7 anni dalla sua pubblicazione, Bossa studios ha sorpreso tutti presentando ai Games Awards 2019, Surgeon Simulator 2.

Il trailer del titolo, mostrava un sistema di gioco si sempre molto demenziale ma al contempo molto più curato e approfondito. Ma alla fine sarà veramente cosi? scopritelo con noi attraverso la nostra recensione!

Chirurgia e puzzle game uno strano connubio

Clinica di surgeon simuletor

Surgeon Simuletor 2 a differenza del suo predecessore, che basava tutto sull’estrema demanialità, ha preferito prediligere un gameplay che mischia la classica fase di operazione del paziente (BOB) a un esplorazione basata sulla risoluzione di puzzle.

Una volta avviata la partita i giocatori si troveranno trasportati all’entrata dello studio medico e tramite l’utilizzo della mano del protagonista dovrete raccogliere per lo studio gli oggetti che vi aiuteranno a raggiungere la sala operatoria.

Per esempio nel livello iniziale i giocatori dovranno raccogliere delle tessere sparse per lo studio cosi da poter aprire le porte che conducono alla sala operatoria. Una volta recuperate basterà appoggiarle vicino all’identificatore per far aprire la porta.

Tuttavia in certi casi si dovrà comporre un piano con gli oggetti presenti intorno cosi da poter appoggiare la tessera e quindi proseguire nella sale operatoria.

BOB il nostro paziente

Il paziente Bob

Una volta raggiunta la sala operatoria arriverà il momento di operare il vostro paziente. Tramite un monitor potrete vedere il suo status come la quantità di sangue di cui dispone, la dose di morfina che gli avete iniettato e gli organi che dovrete curare/sostituire.

Potrete rimuovere le parti del corpo sia a mani nude che tramite l’utilizzo di appositi strumenti come per esempio la sega o il bisturi, a differenza delle crude mani rimuovendo gli arti con questi strumenti il BOB perderà meno sangue evitandovi cosi di doverlo refullare con varie fiale di sangue o morfina.

Infine non vi rimarrà che portare l’arto malato al interno di un macchinario cosi da ricevere l’arto/l’organo sano da appiccare al vostro paziente. Completata l’operazione riceverete un voto da A ad S che vi farà ottenere vari glamur da applicare al vostro avatar.

Create i vostri livelli

Surgeon Simuletor 2 vi permetterà anche di creare i vostri livelli. Selezionando l’editor di gioco verrete trasportati in una stanza vuota che potrete personalizzare completamente tramite un sacco di oggetti che otterrete tramite il catalogo.

Una volta aver piazzato l’oggetto potrete personalizzarlo scegliendone il colore, la funzione ecc. La stessa cosa potrete farla con BOB decidendo quale operazione far affrontare ai giocatori che visiteranno il vostro livello.

Reparto Tecnico

Una stanza della clinica

A livello tecnico purtroppo il titolo presenta vari problemi, infatti seppure il sistema di controllo della mano ora risulti molto più preciso e comodo, il gioco presenta caricamenti fin troppo lunghi e ripetuti che rischiano di annoiare pesantemente i giocatori. Il gioco una volta avviato impiegherà ben 2 minuti per portarvi nel menu principale, dopodiché ci vorranno 5/10 minuti per caricare la lobby e infine 1 minuto per entrare nel livello selezionato.

Se si vanno a sommare tutti i tempi di attesa, un giocatore prima di potere effettivamente giocare si troverà ad aspettare almeno 8 minuti e ciò è veramente inaccettabile, soprattutto nel 2020 e su PC che possono sfruttare la velocità degli SSD.

Non contando i possibili crash del gioco, causati dall’instabilità andando così ad aumentare la frustrazione del giocatore. Parlando del comparto sonoro non c’è nulla da dire, il titolo ripropone le stesse melodie del sue predecessore aggiungendone giusto qualche brano.

Concludendo

Surgeon Simulator 2 si presenta come un buon gioco che però viene affossato degli enormi caricamenti e crash randomici. Il gameplay del titolo risulta parecchio divertente e molto più curato del suo predecessore.

Di conseguenza ci auguriamo che il problema dei caricamenti venga presto fixato cosi che il titolo possa risultare giocabile da molti giocatori.

Riassumendo

Surgeon Simulator 2 si presenta come un buon gioco con un gameplay divertente e rilassante che però viene affossato dai vari problemi tecnici del titolo, come gli enormi caricamenti e i vari crash randomici.

Overall
6/10
6/10

Pros

  • Sistema di controllo della mano ben fatto
  • Gameplay divertente
  • Buona grafica
  • Livelli pieni di enigmi e puzzle
  • Sistema di cura del paziente molto ben strutturato

 

Cons

  • Caricamenti veramente troppo lunghi
  • Crash randomici del gioco
Tags

Mario Cofano

Appassionato di cultura Videoludica e animazione, in particolare predilige i giochi di stampo orientale. Apprezza molto quando un titolo dà la giusta importanza sia a gameplay, trama e grafica senza però eccedere troppo in nessuno di essi.
Close