FeaturedRecensioniVideogames

Crash Bandicoot 4: It’s About Time – Recensione versione PlayStation 4

Dopo 22 anni arriva il sequel di Crash Bandicoot 3: Warped

Crash Bandicoot è un franchise appartenente ai generi platform, avventura dinamica, simulatore di guida e party.

I primi videogiochi della serie uscirono per PlayStation e successivamente per varie console, mentre nel 2017 venne sviluppato da Vicarious Vision, un remake per PlayStation 4 dei primi tre capitoli della serie, rilasciato un anno dopo anche per Xbox One, Nintendo Switch e Microsoft Windows.

Nel tempo sono usciti numerosi spin-off di diverso genere, tra questi Crash Team Racing (CTR) e nel 2019 è stato rilasciato il suo remake. I primi quattro capitoli della serie (senza contare il remake) sono stati sviluppati dalla Naughty Dog.

livello iniziale di crash 4 con diversi easter egg

Crash Bandicoot 4: It’s About Time è un videogioco platform sviluppato da Toys for Bob e pubblicato da Activision. È l’ottavo titolo principale della serie, ma il quarto in ordine cronologico, sequel di Crash Bandicoot 3: Warped.

Viene ufficialmente annunciato il 22 Giugno 2020 ed è uscito il 2 Ottobre 2020 per PlayStation 4 e Xbox One.

Se siete interessati a cosa ne pensiamo di questo nuovo capitolo della saga del nostro marsupiale preferito, allora non vi resta altro che leggere la nostra recensione.

È giunto il momento

La saga continua la trilogia originale. Crash, Coco e gli altri personaggi, viaggiando attraverso lo spaziotempo, dovranno impedire la conquista del multiverso da parte del diabolico Dr. Neo Cortex e del Dr. Nefarious Tropy.

I quali, dopo essere fuggiti dalla loro prigione spaziotemporale insieme al potente e malvagio Uka Uka hanno creato uno strappo nel tessuto temporale. Per fermarli i nostri protagonisti dovranno raccogliere le quattro maschere quantiche, che aiuteranno Crash e Coco nel corso del gioco.

storia che raffigura neo cortex

La trama non è delle più eccelse e complesse, però di sicuro diverte e intrattiene, infondo non è la storia il fulcro del gioco, ma il suo gameplay, ancora più stratificato di prima.

Bandicoot alla riscossa

Ritornano elementi tradizionali della serie, tra cui varie trappole e ostacoli da superare, nemici che possono essere sconfitti in determinati modi (come saltando su di essi) e scatole che possono essere aperte per raccogliere oggetti, alcuni dei quali sono checkpoint da dove i giocatori ricominciano a giocare quando il loro personaggio muore.

gameplay di coco in crash 4

A differenza degli episodi precedenti, i giocatori potranno passare da Crash a Coco in qualsiasi momento durante un livello, entrambi con lo stesso set di mosse e possono utilizzare quattro diverse maschere speciali per superare problemi più complessi. Ognuna delle maschere ha abilità diverse, come per esempio:

Lani-Loli, maschera dello spazio, in grado di rendere immateriali alcuni oggetti o ostacoli facendone apparire contemporaneamente altri.

Akano: maschera della materia oscura, in grado di far ruotare violentemente il personaggio. Può essere utilizzata dopo un salto, facendo librare il personaggio in aria per planare da una piattaforma all’altra, per rompere casse rinforzate o respingere i proiettili nemici.

A volte, i giocatori potranno anche controllare altri personaggi, come Doctor Neo Cortex, l’antagonista del gioco, al fine di attraversare i livelli, facendo uso di gadget per superare trappole e ostacoli.

Oppure usare l’affascinante Tawna Bandicoot: avvenente femmina di bandicoot. Non è la Tawna comparsa in Crash Bandicoot di cui Crash è innamorato, ma una sua versione proveniente da una dimensione alternativa chiamata “Tawnaverso”, di cui lei è la protagonista.

Sarà un personaggio giocabile in alcune sezioni, dove sarà dotata di un rampino che può usare sia come arma che come liana per volteggiare e coprire lunghe distanze.

recensione di crash 4, gameplay di tawna

Ritorno alle origini

Tra le novità inedite del gioco ci sarà la presenza di due modalità di gioco, una moderna e una retrò. Nella modalità moderna non saranno presenti le vite, ed ogni volta che si morirà il giocatore tornerà ad un checkpoint.

Nella modalità retrò, torna la logica dei sistemi di vite e game over come nei primi titoli della saga. I frutti Wumpa adesso oltre a dare una vita ogni 100 frutti (solo nella retrò), diventeranno oggetti collezionabili con cui si potranno sbloccare ricompense a fine livello.

In ogni livello compaiono 6 gemme bianche. Ottenendole tutte in un livello si sblocca una skin, per Coco o per Crash. Inoltre In alcuni livelli è presente un nastro flashback situato in un punto preciso e per ottenerlo bisogna prenderlo senza mai morire.

Ci sono in totale 21 livelli flashback e raccontano i fatti accaduti prima di Crash Bandicoot (1996) e della creazione di Crash e Coco ad opera del dottor Cortex.

I livelli sono delle specie di test di altissima difficoltà che i marsupiali devono superare. Una volta completato si ottiene un emblema a seconda dell’andamento.

Insomma, la rigiocabilità in questo gioco diventa immensa, e se ci tenete a fare il 100% vi avvertiamo già da ora che sarà un’impresa titanica, dovrete prepararvi a tante ore di fallimenti.

Infatti il gioco sul punto di vista della difficoltà non delude per niente, anzi alcuni livelli potrebbero diventare abbastanza frustranti sopratutto per chi si approccia per le prime volte ad un platform del genere.

Il gioco ci ha fatto passare tantissime ore divertenti, inoltre i livelli non diventano mai monotoni, grazie anche alle nuove meccaniche di gioco introdotte, come l’utilizzo delle maschere quantiche.

Inoltre la possibilità di sbloccare numerose skin per i fratelli Bandicoot vi farà avere ancora più voglia di ripetere i livelli prendendo tutte e 6 le gemme.

skin sbloccabili con coco

la Battaglia dei Bandicoot

Infine Crash Bandicoot 4: It’s About Time ci offre anche una modalità multiplayer, esclusivamente in locale. Dal menù iniziale potremo selezionare la Battaglia Bandicoot, nella quale fino a quattro giocatori (che useranno Crash, Coco, Fake Crash e Fake Coco) potranno scontrarsi in due differenti opzioni di gioco.

modalità multiplayer locale

Gara a Checkpoint, che prevede ciascun giocatore raggiunga nel minor tempo possibile i diversi Checkpoint, e alla fine verrà dichiarato un vincitore in base al record effettuato.

Combo di Casse, invece, chiede ai partecipanti di rompere le varie scatole, incrementando progressivamente un indicatore di punti prima che il timer raggiunga lo zero. trionferà chi avrà ottenuto il miglior punteggio.

come scelta di multiplayer avremo l’opzione Passa e Gioca, attivabile in ogni momento, in cui due giocatori possono passarsi il controller dopo ogni morte o dopo lo sblocco di un checkpoint per portare a termine un livello.

Un restyle accattivante

Siamo rimasti entusiasti della grafica e direzione artistica del titolo, Inoltre su PlayStation 4 pro il gioco non sembra avere nessun tipo di calo o difetto lampante.

Infine vogliamo fare i nostri complimenti a Toys for Bob per il grandioso titolo creato, degno dell’eredità di Naughty Dog, Il gioco per quanto ha diverse novità e meccaniche, ha mantenuto lo spirito della trilogia originale, non sembra siano realmente passati 22 anni.

tawna gamepay in crash 4

Riassumendo

In conclusione Crash bandicoot 4: It’s about time è una piccola perla del genere platform che mantiene lo spirito del capolavoro creato da Naughty Dog, è un titolo che consigliamo sia ai veterani sia a chi si approccia la prima volta. Un gioco che vi intrattienerà per svariate decine di ore, dando difficoltà anche ai veterani della serie, sopratutto se la vostra intenzione è fare il 100%.

Overall
9/10
9/10

Pros

  • Gameplay migliorato con nuove meccaniche
  • Longevo e ricco di contenuti
  • Ottimo level design
  • Diversi personaggi giocabili

Cons

  • I personaggi al di fuori di Coco e Crash meritavano più spazio
  • Alcuni livelli sono un po’ sbilanciati
Tags

Andrea De Francesco

Fin da piccolo un grande appassionato del Giappone e della sua cultura in particolar modo di manga, anime e videogiochi. I generi che preferisce sono: visual novel, jrpg e survival horror.
Close