AnteprimeFeaturedVideogames

Baldur’s Gate 3 – Provato il titolo in Early Access su Steam

L’esperienza più vicina a Dungeons & Dragons mai creata

Il 6 Ottobre i Larian Studios hanno rilasciato l’early access di Baldur’s gate 3 per Steam, GoG e Stadia, al prezzo di 59,99€. Famosi per uno dei capisaldi del genere CRPG, Divinity: Original Sin.

Inoltre la storia di Baldur’s gate 3 non è scritta dai ragazzi di Larian, ma bensì gira intorno all’universo degli adorati Forgotten Realms, di D&D.

Noi di GameIndustry abbiamo ricevuto una chiave dell’early access e abbiamo esplorato questo enorme mondo di gioco per diverse ore, e senza altri indugi, vi raccontiamo la nostra esperienza nel mondo di Baldur’s gate 3.

Diamo inizio all’avventura

Dopo un primo filmato in cgi veramente spettacolare, dobbiamo creare il nostro personaggio attraverso il character creator che mette a disposizione non pochi parametri, abbiamo la possibilità di scegliere la razza, sotto razza, la classe e la sotto classe del nostro protagonista, oltre ovviamente a cambiarne l’aspetto fisico.

provato l'early access di baldur's gate 3

Per la precisione possiamo scegliere tra 8 razze e sottorazze di D&D e 6 classi (con differenti sottoclassi), così a prima vista possono sembrare abbastanza, ma sopratutto per chi gioca a D&D creando il personaggio noterà che non sono tutte.

Nessuna paura, siamo ancora in early access, infatti, la stessa Lariant Studios ha confermato che entro l’uscita del gioco completo verranno aggiunte nuove razze, sottorazze, classi e sottoclassi.

In ogni caso l’editor di gioco sembra promettere bene, siamo consapevoli che ancora mancano alcune funzioni che sicuramente aggiungeranno in seguito.

Siamo rimasti molto impressionati fin da subito dai volti dei personaggi, che siano npc, alleati, nemici o lo stesso protagonista che noi andremo a creare. Una cura veramente minuziosa, cosa che non possiamo dire per il resto del corpo o delle animazioni, ancora molto legnose e poco definite.

provato l'early access di baldur's gate 3

Abbiamo anche riscontrato diversi bug grafici e tecnici, tutte cose a cui il team di sviluppo sta lavorando tutt’ora per risolverle, cose di cui già abbiamo tenuto conto nel nostro provato, dopotutto è un early access proprio per questo motivo. Inoltre diversi player hanno riscontrato alcuni crash, che dovrebbero essere stati risolti con l’ultima patch uscita da poco.

Tornando a noi, dopo che abbiamo deciso l’aspetto, la razza e la classe del nostro personaggio, il gioco ci chiederà di realizzare con il character creator, “la nostra musa”, il nostro tipo ideale di uomo/donna. Ancora non sappiamo come ciò influirà nel gioco, fatto questo, potremo iniziare la nostra avventura.

Un inizio un po’ turbolento

Prima di addentrarci nel succo di questa anteprima, andiamo a vedere cosa ci aspetta in questo early access.

L’Early Access è un’avventura narrativa completa (Atto 1) che copre oltre 25 ore di gioco, incluso un tutorial. È stato progettato per essere molto denso, e con una rigiocabilità assurda, grazie anche alle 46.000 linee di dialogo, ai 600 personaggi da incontrare, ai 146 incantesimi e azioni, agli 80 combattimenti e una vasta area da esplorare.

provato l'early access di baldur's gate 3

Insomma anche se in early access, sembrerà di giocare un gioco completo, sopratutto se mettiamo in conto la rigiocabilità del titolo. Abbiamo inoltre la conferma che per la versione finale già sono in sviluppo l’atto 2 e 3, e se saranno grandi almeno quanto l’atto 1, ci troveremo davanti a un gioco dalla mole di contenuti mastodontiche.

La terra del Faerûn è in subbuglio.
I rifugiati attraversano le terre selvagge, fuggendo dalla fortezza infernale di Elturel. Un vizioso culto marcia attraverso la Costa della Spada, unendo ogni razza di mostri
e gli uomini sotto la bandiera di un dio criptico chiamato l’Assoluto. Il caos colpisce le fondamenta di Faerûn e nessuno può sfuggire ai suoi artigli.
Neanche tu.
La grottesca nave nautiloide appare dal nulla, oscurando il sole. I suoi tentacoli contorti ti strappano da dove ti trovi. I Mind flayers sono arrivati, imprigionandoti sulla loro nave, infettandoti con il loro orribile parassita. Diventerai uno di loro.
Per destino o fortuna, sopravvivi quando il nautiloide si schianta nelle terre emerse della Costa della Spada. Sei partito per la civiltà, alla disperata ricerca di una cura per il
parassita che infesta il tuo cervello, alla fine vi ritroverete nel bel mezzo di una cospirazione che si estende fino ai Nove Inferi.
Nuovi nemici attendono.
Quanto ai vecchi nemici … le ombre si agitano.
E tutte le strade portano alla leggendaria città di Baldur’s Gate.

Inizia proprio così la nostra avventura, sulla nave dei Mind Flayers, infettati da un parassita che ci trasformerà in uno di loro, mentre dei draghi rossi cavalcati da alcuni Githyanki attaccheranno la nave. Nel mezzo di questa confusione cercheremo una via di uscita dalla nave.

Da questo momento inizia il tutorial del gioco che ci accompagnerà fino alla fuga dal Nautiloide del Mind Flayers. una volta fuggiti e schiantati al suolo, inizierà questa grande “partita”.

Dungeons & Dragons is that you?

Parliamo ora del gameplay di Baldur’s Gate 3, che potrà essere fatto in single player o in multiplayer online con amici. Possiamo dire fin da subito a mani basse che è uno dei migliori del genere, è anche quello che più si avvicina ad una vera partita di D&D.

Il combattimento di Baldur’s Gate III è a turni, simile ai giochi precedenti di Larian, Divinity: Original Sin e Divinity: Original Sin II, ma con ancora più elementi tratti da D&D.

provato l'early access di baldur's gate 3

il roll dei dadi sarà una delle meccaniche più importanti del titolo, in quanto non solo servono durante i combattimenti, come per esempio per salvarsi da un possibile attacco mortale, fare danni, evitare di cadere in determinate trappole o pozze nel terreno.

Ma il tiro dei dadi è fondamente anche nell’esplorazione (un tiro buono in perception ci permetterà di scoprire trappole nascoste) o durante le scelte dei dialoghi, per esempio con un buon tiro possiamo convincere qualcuno della nostra innocenza o ingannare qualcun’altro ecc.

provato l'early access di baldur's gate 3

Le scelte che ci offre il gioco sono tante, letteralmente per ogni nostra decisione possiamo decidere la vita e la morte non solo degli npc, ma dei nostri stessi alleati. Nel limite dell’hardware / gioco le nostre possibilità sono infinite. Siamo noi stessi i creatori di questa avventura.

Al momento il gameplay sembra il più delle volte bilanciato, però possiamo trovare qualche sbilanciamento nella classe warlock che a inizio gioco sembra abbastanza over power.

Alcuni scontri e trappole fin troppo ben nascoste ci daranno molto filo da torcere e se presi alla leggera ci porteranno inesorabilmente alla sconfitta con annesso game over.

provato l'early access di baldur's gate 3

Un Early Access non esente da difetti

Come già detto all’inizio abbiamo riscontrato diversi bug grafici e tecnici, con animazioni legnose, labbiale non sinronizzato e crash vari. Tutte cose che ci aspettavamo in quanto è un early access, il gioco è in attuale sviluppo.

Inoltre grazie ai vari feedback rilasciati da tutti gli early adopter sarà possibile per gli sviluppatori scovare i diversi problemi e fixarli in tempo.

provato l'early access di baldur's gate 3

Il gioco di sicuro merita e possiamo solo immaginare quanto sarà bello e migliorato nella sua versione 1.0, ma sicuramente molti di voi si chiederanno li vale questi 60 euro?

La risposta è sicuramente si, se già l’early access ci ha soddisfatti così tanto il gioco completo li vale tutti, a occhi chiusi. Ma li vale anche l’early access?

Diciamo che la risposta più adatta sia “si e no”, di sicuro sembra già ora un gioco completo, però tenendo conto dei vari bug e difetti e di quanto contenuto ancora manchi, come la lingua Italiana assente nell’early access ma presente nella versione finale del gioco, pensiamo che anche solo un piccolo sconto per chi lo acquista in early access (anche solo per incentivare l’acquisto) sarebbe stata la mossa più corretta.

provato l'early access di baldur's gate 3

In conclusione

Concludendo siamo rimasti molto soddisfatti dal lavoro di Larian Studios, hanno portato alla vita con Baldur’s Gate 3 uno dei migliori giochi del genere. Lo consigliamo a tutti, che siate veterani o avete appena iniziato a scoprire questo immenso genere.

Ancora l’early access è pieno di difetti e manca parecchio contenuto, ma già ne è presente così tanto da sembrare un gioco completo, non vediamo l’ora di vivere nuove avventure in Baldur’s Gate 3 con i prossimi update che gli sviluppatori rilasceranno nel corso del tempo.

provato l'early access di baldur's gate 3
Tags

Andrea De Francesco

Fin da piccolo un grande appassionato del Giappone e della sua cultura in particolar modo di manga, anime e videogiochi. I generi che preferisce sono: visual novel, jrpg e survival horror.
Close