FeaturedRecensioniVideogames

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV – Recensione

La fine di una lunga saga

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV è un videogioco di ruolo sviluppato da Nihon Falcom. Fa parte della serie Trails che a sua volta fa parte del più ampio franchise di The Legend of Heroes, ed è l’ultima entrata della tetralogia di Cold Steel.

Vi consigliamo di dare una lettura alla parte iniziale della nostra recensione della versione Nintendo Switch di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III, dove abbiamo spiegato l’origine della lunga saga dei Legend of Heroes e in particolare dei Trails.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020

Trails of Cold Steel IV è stato rilasciato per PlayStation 4 in Giappone a Settembre 2018 e in tutto il mondo il 27 Ottobre 2020, con i porting per Nintendo Switch e Microsoft Windows previsti per il 2021.

Grazie a Koch Media siamo riusciti a mettere mano a una copia del titolo per PlayStation 4.

Con quest’ultimo titolo si attesta la fine della saga dei Cold Steel, anche se i Legend of Heroes ancora continuano con l’ultimo uscito da poco in Giappone, Hajimari no Kiseki.

La Falcom sarà riuscita a dare un degno finale alla saga di Erebonia? Scopriamolo insieme in questa nostra recensione!

We are in the endgame

Il gioco è un sequel diretto dei tre precedenti giochi di Trails of Cold Steel, ambientato due settimane dopo la battaglia finale in Trails of Cold Steel III.

Juna, Kurt e Altina si svegliano per scoprire che Rean Schwarzer è stato catturato in seguito all’ultima battaglia avvenuta due settimane prima. Determinata a salvare Rean e porre fine ai piani del cancelliere Osborne, Juna prende il comando della Classe VII e viaggia per tutta Crossbell e l’Erebonia per cercare di capire quali sono i piani di Ouroboros e Osborne.

Quasi come ogni capitolo dei legend of heroes, anche per quest’ultimo la storia ci sta un po’ a ingranare, ma vi possiamo assicurare che una volta che si mette in moto sarà un susseguirsi di emozioni continue, dando una degna conclusione alla saga dell’impero di Erebonia.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020

L’unica pecca è che narrativamente è un po’ più debole rispetto al terzo capitolo, non riuscendo a soddisfare in pieno l’hype scaturito dalla parte finale e dal cliffhanger del terzo capitolo.

Il gioco ha il più grande cast di personaggi della serie, inclusi gli eroi di Classe VII, gli eroi di Liberl e la Sezione di supporto speciale di Crossbell. Il titolo è in gran parte incentrato sui personaggi della Classe VII.

Non saranno presenti proprio tutti i personaggi delle saghe dei trails precedenti, ma i più importanti si, è comunque un bel numero. Non sono per niente trascurati, ognuno di loro vi soddisferà con il proprio carattere e il proprio modo di essere.

Inoltre il poter rigiocare o vedere in nuova veste grafica i personaggi che tanto amavamo dei primi Trails fa di certo un ottimo effetto nostalgia.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020

Questo è anche uno dei motivi per cui consigliamo di giocare i titoli precedenti (in particolar modo i Cold Steel) o quanto meno leggervi i riassunti presenti nel menù iniziale di Cold Steel IV.

Un gameplay “more of the same”

Il gameplay è quasi del tutto identico a Trails of Cold Steel III, un JRPG tradizionale con battaglie a turni, che riutilizza le varie funzioni dei precedenti, come il sistema degli Orders, il sistema Orbment, i minigiochi, la modalità turbo e le battaglie con i mecha.

Ogni personaggio della nuova Classe VII in quest’ultimo capitolo ha nuove e uniche tecniche S-Craft in combattimento. Ci sono, tuttavia, diversi cambiamenti rispetto al precedente gioco Trails of Cold Steel, come le modifiche ai sistemi Order e Break.

Alcuni personaggi hanno ricevuto Orders più deboli che possono essere migliorati trovando scrigni del tesoro che portano il nome di “trial” battle, potranno essere aperti solo da pg specifici. I nemici ora richiedono anche “molti più” danni break prima che lo stato break possa essere inflitto.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020

Rispetto ai precedenti titoli questa volta si avrà più libertà in quanto non si è più legati all’aspetto scolastico, però sarà sempre presente il sistema di subquest che da ap, utili per salire di grado, dando di volta in volta premi sempre più utili e rari.

Inoltre il gameplay è stato bilanciato modificandolo un po’, in quanto per esempio nel capitolo precedente con certe build che si andavano a creare, si rischiava di “rompere il gioco” rendendo certi personaggi troppo potenti anche a difficoltà più elevate.

Una ruggine persistente

Il gioco si ritrova un’ottima storia colma di personaggi interessanti e uno dei gameplay a turni meglio riusciti, con una longevità che facilmente può toccare le 100 ore, però anche Cold Steel IV cade negli stessi difetti dei suoi predecessori, il comparto grafico e tecnico.

Non fraintendetemi, non è brutto, ma per il periodo in cui siamo è davvero datato, niente di innovativo. Speriamo che con i futuri titoli la situazione riuscirà a cambiare in meglio, magari cambino proprio motore grafico.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020

Per quanto riguarda le prestazioni in sè siamo rimasti soddisfatti, abbiamo provato il gioco su una PlayStation 4 Pro e non ci è sembrato di aver visto cali di frame rate o bug di alcun tipo.

Infine per gli amanti del doppiaggio giapponese possiamo confermarvi che il gioco è disponibile sia in lingua inglese che giapponese, come il suo predecessore.

recensione di the legend of heroes: trails of cold steel IV per ps4 uscito il 27 ottobre 2020
The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV

Riassumendo

In conclusione The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV è forse uno dei migliori jrpg che ci sia capitato sotto mano, con un ottimo gameplay, personaggi coinvolgenti e una storia che da una degna conclusione alla saga di Erebonia. Consigliamo assolutamente il titolo a chiunque abbia apprezzato e segue i Trails, ma anche a chi semplicemente apprezza i jrpg, ma a patto di giocare i titoli precedenti o di seguirsi quanto meno i riassunti che lo stesso gioco ci offre, infondo ci sarà un motivo per cui è il quarto titolo di una saga.

Overall
9/10
9/10

Pros

  • Ottimo gameplay, più bilanciato rispetto al terzo capitolo
  • Degna conclusione della saga
  • personaggi unici e coinvolgenti
  • titolo molto longevo e pieno di attività secondarie

Cons

  • tecnicamente e graficamente continua ad essere abbastanza datato
  • Chi non ha giocato i capitoli precedenti potrebbe non apprezzare a pieno il titolo
  • Narrativamente un po’ più debole rispetto al capitolo precedente
Tags

Andrea De Francesco

Fin da piccolo appassionato del Giappone e della sua cultura, in particolare dei videogames, anime e manga. I generi preferiti sono survival horror, visual novel e jrpg.
Close