Guide & Soluzioni

Demon’s Souls – Guida al boss Dio Drago

Probabilmente uno dei boss più semplici di tutto Demon’s Souls. Nonostante venga etichettata come una battaglia, si tratta più di una sessione di gioco dove dovremo sfruttare al meglio le nostre abilità “Stealth”.

Origini del Demone

Il Dio Drago è un Arcidemone di Stonefang, risvegliato dalla nebbia incolore che riuscì a raggiungere le profondità delle rovine dove risiedevano le ossa del demone. Fu sigillato in un tempio sotterraneo dagli scavatori del luogo, mettendo al cancello il Fiammeggiante come guardia, per evitare il suo risveglio.

Strategia

Appena entrati nella nebbia, dovremo scendere le scale e recarci immediatamente a destra. Noteremo che il drago attaccherà solamente quando il suo occhio incrocerà il nostro personaggio. I suoi attacchi sono in grado di ucciderci con un solo colpo.

Il modo più semplice è rivolgere la telecamera al boss e avanzare non appena sarà girato dall’altro lato, per approfittarne per rimuovere gli ostacoli presenti nel percorso. Se volete evitare di fare rumore durante i movimenti, vi consigliamo l’utilizzo dell’Anello del Ladro. Raggiunta la prima balestra e azionata, dovremo recarci all’altra, situata dal lato opposto, raggiungibile dalle scale vicino alla prima balestra.

Una volta azionata, il nostro temibile Arcidemone crollerà, rimanendo con poca vita. Una volta che ci avvicineremo, dovremo stare attenti solo ai suoi respiri, poco letali ma pericolosi. Una volta sconfitto, otterremo la nostra prima anima di un Arcidemone che ci permetterà di oltrepassare la nebbia incolore di Boletaria.

Tags

Federico Molino

Amante delle opera di nicchia e delle belle OST. Appassionato instancabile di molte cose, ma tra le tante spiccano il cinema e la fotografia.
Close