RecensioniVideogames

Worms Rumble – Recensione su PC

Un capitolo piuttosto atipico

Worms fin dalla sua uscita, nel ormai lontano 1995, è stata una serie di videogiochi capace di fondere un sistema tattico ben strutturato con un gameplay folle, che veniva affiancato da tante armi demenziali permettendo al giocatore di poter ribaltare le sorti della partita in qualunque momento.

Per diversi anni il Team17 Digital ha continuato a sfornare nuovi capitoli della serie, aggiungendo nuove mappe e la possibilità di creare la propria arena, senza però discostarsi mai dalla componete tattica della serie, almeno fino ad adesso.

Quest’oggi noi di Gameindustry.it ci troviamo a recensire il nuovo capitolo della serie chiamato Worms Rumble, che vi ricordiamo essere gratuito questo mese con il PlayStation Plus.

Il Team17 Digital ha provato a realizzare il primo capitolo della serie con un gameplay non più tattico ma bensì più action. Saranno riusciti nel impresa? Scopritelo insieme a noi attraverso la nostra recensione!

I worms sono pronti ad affrontatasi di nuovo

Esattamente come gli altri capitoli anche Worms Rumble si rivela essere un titolo che punta totalmente sul gameplay tralasciando completamente la parte narrativa. I giocatori dopo aver avviato per la prima volta Worms Rumble verranno catapultati direttamente nel tutorial del gioco.

Fin da subito Rumble si dimostra un capitolo atipico della serie, proponendo un sistema improntato al genere action. Una volta avviato il tutorial verremo teletrasportati in una mappa 2.5D dove avremmo la possibilità di muoverci liberamente tramite l’utilizzo della levetta analogica (se stesse utilizzando un controller) o tramite WASD, saltare usando la barra spaziatrice e raccogliere gli oggetti e le armi tramite il pulsante E.

Finito il tutorial arriveremo nel menu iniziale in cui potrete visionare il vostro livello giocatore, utile per sbloccare tutte le modalità di gioco, personalizzare il proprio worms con i diversi accessori sbloccati e ovviamente entrare in partita. Vi ricordiamo che il titolo supporta il crossplay.

Modalità di gioco e sistema di gioco

Worms Rumble dispone di 3 modalità di gioco. ovvero:

  • Deathmach (disponibile fin da subito): In questa modalità vi troverete in un tutti contro tutti nel quale dovrete fare più kill possibili per poter concludere la partita nel posto più alto in classifica.
  • Ultima squadra (richiesto il LV 5): Questa modalità vi metterà in una squadra con altre 3 persone con cui condividerete alcune cose come il punto di spawn iniziale, armi, gadget e risorse sparse per la mappa che si restringerà sempre di più con il passare del tempo, ovviamente per vincere dovrete far fuori i team avversari.
  • Ultimo Verme (richiesto il LV 5): Simile alla modalità a squadre solo che non ci sono team ma bensì dovrete sopravvivere contro gli altri avversari, un classico tutti contro tutti ma senza possibilità di respawn, cosa che invece accade nel Deathmach.

A livello di gameplay le tre modalità differiscono solo per il fattore di non potere resuscitare nella modalità battle royal. Invece per quanto riguarda armi e oggetti, in tutte e tre avrete la possibilità di trovare varie delle armi iconiche delle serie Worms come la bomba sacra, lo spara pecore, le banane esplosive, oppure oggetti come il rampino ventosa o il jetpack.

Per recuperare la vita in tutte le modalità potrete usare il medikit mente nel deathmach vi basterà allontanarvi dalla battaglia in modo da recuperarla gradualmente. Una volta completata una modalità di gioco verrete ricompensati con dei punti exp, utili per salire di livello, dei soldi ed esperienza sulla conoscenza delle armi.

Reparto Tecnico

Graficamente Worms Rumble non ha nulla da invidiare agli altri capitoli delle serie. anche in questo capitolo gli scenari si dimostrano super dettagliati e per nulla banali. Per quanto riguarda invece il comparto audio, questo ripropone le musiche e gli effetti sonori canonici della serie, rimasterizzati in modo eccelso.

Conclusioni

Worms Rumble grazie a un gameplay super frenetico e demenziale, un riarrangiamento delle musiche originali, la presenza di tante armi canoniche (che i fan della serie tanto amano) e un sistema di controllo ben strutturato e comodo che senza fare alcuna rinuncia si dimostra un ottimo spin-off della serie principale.

Riassumendo

Worms Rumble si dimostra un ottimo spin-off della serie che grazie al gameplay action, condito dalle numerose armi canoniche, è capace di farsi apprezzare sia dai fan classici sia da chi non ha mai giocato a un capitolo di Worms.

Voto Finale
8.5/10
8.5/10

Pro

  • Gameplay super frenetico
  • Sistema di controllo eccelso
  • Sistema di livellamento ben strutturato
  • Buon reparto grafico e musicale

Contro

  • La modalità cross play potrebbe avvantaggiare i giocatori pc
Tags

Mario Cofano

Appassionato di cultura Videoludica e animazione, in particolare predilige i giochi di stampo orientale. Apprezza molto quando un titolo dà la giusta importanza sia a gameplay, trama e grafica senza però eccedere troppo in nessuno di essi.
Close