NewsTech

PSA: Check Disk rischioso per gli SSD

Le funzioni di risoluzione dei problemi dovrebbero, appunto, aiutare a risolvere problemi invece che apportarne di nuovi.

Alcuni utenti Windows hanno segnalato che l’aver eseguito nel Prompt dei comandi il comando “chkdsk” ha comportato danneggiamenti irreversibili degli SSD e schermate blu.

Questo problema sembra comparire dopo aver aggiornato Windows 10 64-bit alla versione di Dicembre 2020.

Gli utenti che hanno avuto la schermata blu riferiscono i dettagli dell’errore: “NTFS_FILE_SYSTEM”, il che rende impossibile l’avvio.

Microsoft ha riconosciuto il problema, ma il suo fix risale a prima di queste segnalazioni, a inizio Dicembre. Bizzarro…

Microsoft ha pubblicato questa guida:

1. Dopo alcuni tentativi falliti di avvio il sistema dovrebbe avviarsi in Console di Ripristino.

2. Selezionare Risoluzione dei problemi -> Opzioni avanzate.

3. Selezionare Prompt dei comandi.

4. Nel Prompt digitare: chkdsk /f

5. Lasciare che il processo si concluda, può volerci un po’ di tempo. Una volta concluso digitare: exit

6. Il sistema dovrebbe riavvarsi. Se ritorna in Console di Ripristino, selezionare Esci e continua con Windows 10.

Note: Dopo aver completato questa procedura il sistema dovrebbe eseguire automaticamente un altro chkdsk al riavvio, dopo di che dovrebbe avviarsi normalmente.

Vi raccomandiamo perciò di essere molto cauti nell’utilizzare questo comando almeno per il momento.

Vuoi restare sempre aggiornato?

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dei nuovi titoli in imminente uscita e tanto altro ancora, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su TwitterFacebook e abbiamo la nostra community Telegram!

Fonte: Tom’s Hardware

Tags

Andrea Artico

Dopo essersi laureato in punture ha fatto richiesta al McDonald's come responsabile gestione panini, tuttavia è finito qui poiché "al cuor non si comanda". Vorrebbe un giorno mischiare il mondo dei panini con quello tecnologico, diciamo un Cyberburger 2077!
Close