News

Age of Water – Un nuovo MMO post apocalittico

L’editore Gaijin Entertainment e lo sviluppatore Three Whales Studio hanno annunciato Age of Water , un MMO ambientato in un mondo acquatico post-apocalittico. 

Sarà disponibile per PC tramite la piattaforma Gaijin.net. 

Le iscrizioni all’ Alpha test sono ora disponibili tramite il sito web ufficiale.

Age of Water - Nuovo MMO post apocalittico

Di seguito una panoramica del gioco, presa direttamente da Gaijin Entertainment:

Age of Water racconta la storia di un futuro lontano in cui la Terra è stata trasformata in un mondo oceanico. 

I residenti vivono in città costruite su qualsiasi struttura urbana rimanga sopra la superficie dell’acqua, compresi i tetti dei grattacieli e le statue giganti. 

Prendi il controllo di un motoscafo e viaggia tra gli insediamenti, combattendo i pirati, scavando i resti di una civiltà perduta dalle profondità dell’oceano e trasporta merci preziose mentre scopri se la mitica terra esiste ancora.

In Age of Water i giocatori dovranno completare le missioni da soli o con gli amici, combattere contro nemici controllati dall’IA, raccogliere risorse preziose, trarre profitto dalle differenze di prezzo tra gli insediamenti ed esplorare liberamente gli alti mari del mondo aperto. 

Tra un’avventura e l’altra, possono aggiornare le loro barche o costruirne di nuove dagli scafi e dai componenti disponibili. 

Ad esempio, possono costruire una tuga corazzata e riempire il ponte con torrette di mitragliatrici di grosso calibro.

Vuoi restare sempre aggiornato?

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dei nuovi titoli in imminente uscita e tanto altro ancora, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su TwitterFacebook e abbiamo la nostra community Telegram!

Fonte: Gematsu

Tags

Antonino Nicola D'angelo

Nato a Palermo il 3 Febbraio del 1999, cresciuto a pane e videogiochi ed amante di anime e manga. Gioco da che ne ho memoria, prediligo gli RPG ma gioco volentieri anche ad altro. "Da un calcio alla ragione e fa spazio all'impossibile"
Close