Sense: A Cyberpunk Ghost Story – Gli sviluppatori si rifiutano di censurarlo

Continuano a rifiutarsi anche dopo la diffusione di informazioni false e minacce di morte

I Top Hat Studios affermano di “rifiutare categoricamente” di censurare Sense: A Cyberpunk Ghost Story, dopo la diffusione di false informazioni sul gioco e minacce di morte contro gli sviluppatori. I problemi e le minacce sono insorte sopratutto dall’annuncio della data di uscita del gioco su Nintendo Switch, il quale è uscito oggi 7 Gennaio 2021.

Sense: A Cyberpunk Ghost Story è un gioco horror 2.5D ispirato a a giochi come Clock Tower. Ha lo scopo di raccontare una storia oscura e cruda.

I commenti sia sui vari siti che su Twitter hanno sollevato obiezioni di alcuni utenti sull’abbigliamento e sull’aspetto fisico della protagonista del gioco Mei-Lin Mak (a detta loro eccessivamente sessualizzata) così come per i diversi npc femminili presenti nel gioco.

La risposta degli sviluppatori alle minacce

L’attenzione in più che il gioco ha ricevuto, ha causato tempi difficili per lo sviluppatore Top Hat Studios. L’azienda è stata inondata di reclami e attacchi ai social media, alcuni dei quali erano minacce di morte.

In risposta al contraccolpo, Top Hat Studios ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma di non avere intenzione di censurare il gioco.

Dichiarazione completa degli sviluppatori in merito alle minacce:

Con la recente notizia di Sense – 的 的 预感: A Cyberpunk Ghost Story in arrivo su Nintendo Switch, siamo a conoscenza di una grande quantità di messaggi basati su bugie (affermano che è esplicitamente “pornografico” O in qualche modo “incoraggia la violenza” o, cosa più ridicola, in qualche modo “infrange la legge”).

Inoltre, le voci hanno tentato di sostenere che la vendita del gioco fosse insostenibile attraverso la richiesta di una dura censura mirata allo stile artistico dello sviluppatore, con minacce di “review bombing” del gioco e / o molestare i suoi distributori. Inoltre, abbiamo ricevuto minacce di morte da coloro che si sentono minacciati da ciò che essenzialmente si riduce a una decisione estetica di come i pixel sono disposti su uno schermo.

Pur delusi da questi comportamenti, non siamo certamente sorpresi. Cerchiamo di essere chiari su questo: non censureremo il gioco a causa di folle egocentriche. Ci rifiutiamo categoricamente e assolutamente di limitare l’espressione creativa. Ai creatori dovrebbe essere concessa la libertà di esprimersi, in particolare quando è un’espressione delle sottoculture in cui sono stati immersi. In quanto gioco cyberpunk, Sense utilizza immagini e temi relativi a un futuro di immagini iper-commercializzate e eccessivamente mercificate come parte del suo tema e ispirazione cyberpunk; questo si riflette in TUTTI i design dei personaggi. Detto questo, sappiamo che questo discorso è perso su coloro che attaccano lo sviluppatore per essere “dannoso” e in qualche modo per infliggere “violenza e dolore”.

Coloro che credono che le parole o le immagini infliggano “violenza” dovrebbero forse smetterla di lanciare la propria retorica odiosa e falsa e smettere anche di condonare le minacce di morte a coloro con cui non sono d’accordo. Rifiutiamo qualsiasi e tutte le suddette, sfacciate caratterizzazioni del gioco e vorremmo ribadire i nostri principi contro la manomissione delle espressioni del creatore.

Vorremmo anche ribadire che questo gioco è classificato ESRB M (17+) / PEGI 18. Questo non è un “gioco AO”, non è stata infranta alcuna “legge”, come alcuni commentatori dei social media hanno ridicolmente affermato. La valutazione del gioco riflette il pubblico di destinazione, eppure questo fatto è perso per coloro che sono stati guidati dalla volontà di fare una crociata cieca contro le loro false percezioni.

Ancora una volta, Sense – 不祥 的 预感: A Cyberpunk Ghost Story è classificato ESRB M (17+) / PEGI 18. Il gioco uscirà come previsto, e senza censura, il 7 Gennaio 2021 per Nintendo Switch. Può essere preordinato e precaricato ora nel Nintendo E-Shop. Il gioco ha superato il controllo qualità su altre piattaforme e le date di rilascio sono in fase di definizione.

Il gioco non sarà censurato. Ci rifiutiamo categoricamente.
sense: a cyberpunk ghost story, gli sviluppatori si rifiutano di censurarlo non cedendo alle minacce

Anche noi di Gameindustry siamo d’accordo con gli sviluppatori e apprezziamo il loro mettersi in gioco e tenere una loro presa di posizione, di non cedere alle minacce e quindi di non censurare il loro gioco.

Noi della redazione crediamo fortemente che ai creatori dovrebbe essere concessa la libertà di esprimersi, inoltre noi stessi abbiamo giocato al titolo in questione e vi possiamo assicurare che sono esagerazioni quelle dette da questa gente.

Detto questo, se siete curiosi sul titolo vi rimandiamo alla nostra recensione sulla versione Nintendo Switch di Sense: A Cyberpunk Ghost Story.

Vuoi restare sempre aggiornato?

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dei nuovi titoli in imminente uscita e tanto altro ancora, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su Twitter  e abbiamo la nostra community Telegram!

Fonte: Twitter

Andrea De Francesco

Andrea De Francesco

Fin da piccolo appassionato del Giappone e della sua cultura, in particolare dei videogames, anime e manga. I generi preferiti sono survival horror, visual novel e jrpg.