HARMONY – Recensione del Manga

Non è la prima volta che parliamo della distopica opera di curata da Keikaku ito, in quel che va a comporre la trilogia denominata Project Itoh. Questa volta però parleremo della sua versione cartacea, in Italia pubblicata da Edizioni Star Comics. In precedenza vi avevamo narrato quanto di buono c’era nella sua versione animata, nella fattispecie nell’edizione Home Video Blu-Ray, rilasciata solo qualche mese fa.

Affrontare delle tematiche così delicate e complesse come in Harmony non è un compito facile. Il coraggio di raccontare un surrealismo digitalizzato, una sorta di “pandemia” che dilaga nella società non è cosa da poco, soprattutto perché il rischio di cadere nel banale è elevato. Ma in questo caso è stato trattato con la massima cura e vi spieghiamo il perché nell’analisi dei tre volumi che vanno a comporre l’opera.

“La realtà e la coscienza sono la stessa cosa.”

Alla base del racconto il genere umano ha negati ogni individualismo, per il bene comune della società, cercando un distopico senso di “perfezione” negoziando la propria libertà per una pace globale, rendendo la società quanto più pulita possibile.

Il primo volume ci introduce che a seguito di una crisi globale, tra pandemie e guerre incessanti, l’umanità si è tutelata sviluppando un sistema di controllo chiamato Watch Me, che prevede il monitoraggio degli umani a 360 gradi. Tale innovazione porterà al monitoraggio psichico e fisico del soggetto, rendendo quasi ogni umano perfetto, sistemandolo al momento opportuno, oltre che trasmette tutti i pensieri all’interno di un collettivo chiamato “coscienza comune”.

Privato della propria imperfezione

In questo modo ogni tipologia di malattia, imperfezione che l’umano poteva creare, come la guerra, hanno smesso di esistere. All’interno però della popolazione, è presente qualcuno che resiste da questo sistema infallibile, che si sono ribellati all’installazione del Watch Me.

Dal secondo volume potremo vedere come Tuan Kirie, protagonista dell’intera storia, stia sfuggendo al suo passato e allo stesso modo al controllo insormontabile della tecnologia. Il suo passato è doloroso, dato che diverso tempo prima aveva cercato di togliersi la vita per ribellersi al totalitarismo di un sistema infallibile, insieme a Mihie Miach e Kian Reikaido.

Sci-Fi e non solo

Le note dark e sci-fi introducono il letto in un mondo dove la tecnologia è progredita portando non indifferenti miglioramenti, ma che allo stesso tempo ha privato quasi del tutto della libertà a coloro che si sono piegati al volere dell’evoluzione. Ogni individuo della società, per quanto all’esterno viva una vita utopistica, è bloccato in una barriera di oppressione, dettato da un sistema più grande di lui.

Quello che traspare principalmente dal racconto è come la società moderna deve stare attenta all’evoluzione, cercando di non essere schiavi e piegarsi necessariamente all’avanzamento, ma accettandolo moderandone il controllo su se stessi. Sicuramente è un racconto che può non accogliere a sé una fetta di lettori, ma vi assicuriamo che la storia di Harmony è una grande critica, giusta e complessa, che abbiamo apprezzato fino alla sua conclusione.

Tratto deciso e localizzazione ottima

I disegni del manga sono ben curati, accompagnati da diversi background variegati, principalmente caratterizzati dallo stile sci-fi. Il Character Design è molto ispirato, unico e dal tratto molto deciso, piacevole alla vista e difficile da dimenticare. Dobbiamo lodare anche l’ottimo lavoro svolto dall’editore con la traduzione Italiana, che ha mantenuto molti termini “tecnici” del racconto, aggiungendo le giuste postille per la comprensione, rendendo la lettura più che piacevole anche al lettore meno avvezzo di questo genere di racconti.

Commento Finale

Ci sentiamo in dovere di consigliare la lettura di Harmony poiché si tratta di un racconto ben caratterizzato, che dietro nasconde una critica che è facilmente proiettabile alla società moderna dei giorni nostri. L’unica nota negativa è forse nello svolgimento dei fatti “principali” del racconto, in alcune parti fin troppo frettolosi. Per il resto, si tratta di un opera unica, tra le migliori di Itoh.

Harmony

Riassumendo

Harmony è una perla che andrebbe letta da tutti gli amanti del genere Sci-Fi. La storia è ben strutturata e piacevole da seguire fino alla sua conclusione.

Voto Finale
8.5/10
8.5/10

Pro

  • Storia interessante e che si riflette molto sulla società odierna
  • Character design molto ispirato
  • Una delle migliori opere di Ito
  • La traduzione italiana è ben fatta

Contro

  • Alcuni eventi principali potevano essere spiegati molto meglio

Amante delle opera di nicchia e delle belle OST. Appassionato instancabile di molte cose, ma tra le tante spiccano il cinema e la fotografia.