New Pokemon Snap – Rilasciato nuovo spot televisivo Giapponese

The pokemon Company ha mandato in onda uno spot dalla durata di 15 secondi riguardante New Pokemon Snap chiamato “Pokemon Ecology“.

Nello spot sono presenti la YouTuber Fuwa-chan e il piccolo ma popolare attore Kokoro Terada.

Nello spot, Fuwa-chan e Terada sono esploratori che entrano nel mondo di New Pokemon Snap , scattando fotografie di Pokemon ed esplorando la loro ecologia.

Ulteriori informazioni

Di seguito vi lasciamo una panoramica del titolo, tramite Nintendo.com:

Esplora paesaggi lussureggianti su isole sconosciute per scattare foto di Pokemon nei loro habitat naturali

Cerca e scatta foto di Pokemon all’interno dei loro ambienti naturali su New Pokemon Snap , solo per Nintendo Switch! 

Scoprirai persino comportamenti ed espressioni che non hai mai visto prima quando incontri e cerchi vivaci Pokemon selvaggi. Potresti vederli pattugliare il loro territorio, giocare o nascondersi.

Indaga sul misterioso fenomeno Illumina

Viaggia verso le isole che compongono la regione di Lental. In questa regione, alcuni dei Pokemon e della vegetazione sembreranno avere un bagliore speciale. 

Ricerca questi Pokemon insieme al Professor Speculux mentre esplori fitte giungle, vasti deserti e molto altro! Le tue osservazioni sui Pokemon che prosperano in natura possono aiutare a svelare la verità dietro il fenomeno Illumina. 

Le immagini dei Pokemon che scatti verranno utilizzate per costruire il tuo Photodex!

New Pokemon Snap uscirà per Switch il 30 aprile in tutto il mondo.

Vuoi restare sempre aggiornato?

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità dei nuovi titoli in imminente uscita e tanto altro ancora, vi consigliamo di seguirci sui nostri canali Social: siamo su Twitter e Telegram!

Fonte: Gematsu

Antonino Nicola D'angelo

Antonino Nicola D'angelo

Nato a Palermo il 3 Febbraio del 1999, cresciuto a pane e videogiochi ed amante di anime e manga. Gioca ad un po' di tutto, prediligendo il genere degli RPG. "Da un calcio alla ragione e fa spazio all'impossibile"