VALHEIM – Provato dell’Early Access

In quest’ultima settimana grazie all’ufficio stampa di Iron Gate AB, abbiamo avuto modo di provare in anteprima VALHEIM, titolo di Iron Gate Studio, disponibile in Early Access su Steam dal 2 Febbraio 2021.

Il titolo, chiaramente ispirato alla mitologia norrena, ha generato molto hype nella community indie, in quanto ha tutte le carte in regola per diventare un ottimo e longevo Survival Game alla stregua di Minecraft e Don’t Starve.

https://youtu.be/Ly2P6powIjw

Dopo circa una decina di ore immersi nelle praterie e nelle foreste di Valheim, adesso siamo qui per darvi le nostre prime impressioni.

Al Valhalla ci si arriva morendo

Valheim si svolge proprio nell’omonimo mondo norreno. Il nostro obbiettivo principale è quello di sconfiggere le Belve Feroci di queste terre per conquistare il favore delle divinità e raggiungere il Valhalla.

Ma, come presagiscono i primi secondi del trailer, preparatevi a morire spesso, perchè Valheim è una terra tanto meravigliosa quanto crudele.

Le meccaniche di gioco sono le classiche tipiche dei survival: raccogli, crafta, costruisci e potenzia il tuo equipaggiamento per resistere alla brutalità di questo mondo.

Il gioco difatti comincia nelle relativamente tranquille praterie di Valheim, man mano che ci spingeremo verso le sue estremità, le bestie ed i nemici si faranno sempre più feroci e temibili.

Un meraviglioso mondo procedurale

 

Specifiche del PC

CPU – Ryzen 9-3900X 4,6GHz
Ram – 32GB DDR4 3200MHz
GPU – AMD Radeon Vega 64 8GB

La bellezza di Valheim non risiede tanto nelle meccaniche relative al gameplay o nella sua difficoltà, seppur ben costruite e calibrate, ma nell’immersività e nella capacità di regalare dei bellissimi paesaggi.

La grafica si rifà alle textures low-res dei titoli PlayStation 1, ma grazie alle moderne tecnologie di illuminazione e di effetti particellari, riesce, molto spesso a stupire già con i settaggi grafici bassi e si rivela sorprendente mettendo le impostazioni al massimo.

Ad arricchire l’immersività di questa esperienza vi è la colonna sonora che, nella sua semplicità, si dimostra perfettamente complementare agli ambienti di gioco aiutandoci a calarci ancor più a fondo nel contesto.

Dalle calme tracce che risuonano nella pianura, capaci di rilassarci e farci godere degli splendidi scorci, passiamo alle cupe tracce della notte e della foresta, che ci terranno col fiato sospeso e ci faranno venir voglia di tornare al focolare del rifugio che ci siamo costruiti.

Conquista Valheim in compagnia

Anche se avendolo giocato in anteprima non siamo riusciti a provarne il multiplayer, Valheim permette di giocare nello stesso mondo con un massimo di 10 amici. Questa feature, insieme alla vastità del mondo e alla complessità delle meccaniche di esplorazione e di gameplay aggiunge al gioco un nuovo livello di divertimento e longevità.

Costruire la propria roccaforte in compagnia dei propri amici per poi partire alla conquista delle terre inesplorate, via mare o via terra, sembra la formula perfetta per un survival online da giocare ancora e ancora.

A detta degli sviluppatori, il titolo rimarrà in Early Access per almeno un anno.

Conclusioni

L’opera prima di Iron Gate Studio mescola sapientemente meccaniche survival, un mondo generato proceduralmente e una grafica ibrida tra low res e HD capace di incantare.

La vastità della mappa, dei contenuti ed il multiplayer online promettono divertenti sessioni, facendo lunghe passeggiate in solitario o esplorando in compagnia l’inedito mondo di Valheim.

Consigliatissimo per gli amanti del genere, ma anche caldamente raccomandato a chi si avvicina per la prima volta a titoli di questo genere e vuole immergersi in un mondo mitologico tutto da scoprire.

Roland Seph Erulo

Roland Seph Erulo

Compositore per Videogames, Film e altri media. Insegnante di chitarra e musica. Videogiocatore incallito dal '97 e amante delle belle storie.