Nioh 2: The Complete Edition – Recensione della versione Steam

Nioh 2 è un videogioco action RPG sviluppato da Team Ninja e distribuito da Koei Tecmo Games. Nonostante il nome faccia pensare ad un sequel, il gioco è in realtà un prequel dell’originale Nioh, ambientato nel tardo 1555.

Uscito originariamente il 13 Marzo 2020 su PlayStation 4, una versione per PlayStation 5 sarà inclusa nella The Nioh Collection che conterrà entrambi i capitoli con tutti i DLC e verrà rilasciata il 21 febbraio 2021. Nioh 2: The Complete Edition invece, approderà su Steam il 5 Febbraio 2021.

Noi di GameIndustry, quest’oggi vi parleremo di quest’ultima versione, per la quale ci teniamo a ringraziare Koei Tecmo Games, essendo stati loro ad averci fornito una copia del gioco.

Se siete curiosi di sapere cosa ne pensiamo, non vi resta altro che leggere la nostra recensione.

A caccia di Yokai

Ambientato alla fine del 1500, la trama di Nioh 2 si pone cronologicamente prima degli eventi di Nioh. I giocatori assumeranno il ruolo di un personaggio soprannominato Hide, un mezzo yōkai, il cui viaggio nell’era Sengoku inizierà stringendo amicizia con Tōkichiro, un mercante nonché cacciatore di demoni, desideroso di lasciare il segno nella storia vendendo Amrita.

In Nioh 2 non avremo quindi, un protagonista predefinito come quello di William Adams del primo capitolo. Il nostro avatar sarà “solo” il figlio di un valoroso Samurai e una nobile Nigitama, uno degli Yokai più benevoli esistenti. Allo stesso tempo, il gruppo verrà avvicinato da Kashin Koji, una misteriosa entità coinvolta nel passato di Hide che li ostacolerà in ogni occasione.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Iniziata una nuova partita la prima cosa da fare sarà quella di personalizzare il nostro personaggio, scegliendone il sesso e le fattezze fisiche con un editor ricco, complesso e stratificato.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Per quanto riguarda la storia siamo anni luce avanti rispetto alla storia del primo capitolo, e per chi ha giocato quest’ultimo troverà anche delle piacevoli sorprese, come la presenza di personaggi già visti durante le avventure di William.

Yokai… se non riesci a sconfiggerli, unisciti a loro!

In maniera simile al predecessore, Nioh 2 è un Action RPG, nel quale una volta decretate le fattezze del vostro avatar affronterete delle missioni dalla difficoltà crescente, avrete a vostra disposizione una varietà di armi notevole, e nuove abilità col progredire del gioco.

Ogni volta che sconfiggerete uno yōkai ostile, potreste ottenere dei “nuclei dell’anima” che vi permetteranno di usare le abilità degli yōkai e trasformarvi brevemente in essi dopo che saranno immagazzinate nel santuario.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Sparse per le mappe troveremo le “Tombe della misericordia” attraverso le quali i giocatori potranno evocare fino a due avatar degli altri giocatori, controllati dall’intelligenza artificiale, che vi assisteranno in combattimento.

Un discepolo non convincente

All’interno del pacchetto della versione PC di Nioh 2 sono presenti tutti e tre i contenuti aggiuntivi a pagamento, rilasciati nel corso dei mesi su PlayStation 4.

Il primo contenuto, il discepolo del Tengu, si svolge quasi quattro secoli prima rispetto alla storia principale. La storia avrà inizio con Hide che entra in contatto con un peculiare artefatto mitologico, che ci catapulterà indietro nel tempo, portandoci al lontano 1185, tra il periodo Heian e Kamakura.

La location è quella della guerra Genpei, con il protagonista che si ritroverà coinvolto nelle vicende che lo porteranno a collaborare con il leggendario Yoshitsune, storico guerriero del clan Minamoto. La prima cosa che salta all’occhio è che quest’ultimo, proprio come il protagonista, è un mezzo Yokai. All’interno della narrazione farà la comparsa anche Benkei, il quale ha un profondo legame con Yoshitsune.

Purtroppo questo primo DLC risulta piuttosto banale e scarno tanto nei contenuti quanto nella trama, non permettendo neanche di legarsi troppo a livello emotivo ai due personaggi, nonostante la loro storia malinconica. Fortunatamente, alla scarsa longevità del contenuto, viene in soccorso la nuova prima arma presente in Nioh 2 : il Bo Composito.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Il Bo Composito è un arma somigliante ad un bastone, veloce e scattante, che vi permetterà di dare vita ad una innumerevole sequenza di combo senza fine. Tuttora si tratta di una delle armi più letali se ben accompagnata dalla magia.

Anche i Boss presenti sono veramente pochi e non troppo ostici. Ci saremmo aspettati una maggiore aggressività da parte del temibile Uminyudo. Fortunatamente le innumerevoli missioni secondarie, riescono a mettere una toppa sulle lacune narrative e contenutistiche della storia principale del Discepolo del Tengu.

Quando la capitale non vede la luce

Per quanto riguarda l’Oscurità nella capitale, il secondo contenuto aggiuntivo di Nioh 2, ci ritroveremo durante il periodo Heian, un’ era centrale per la cultura nipponica, in quanto considerata come quella dalla maggiore influenza.

Ed è in questo contesto che vengono introdotte le figure storiche di Minamoto no Yorimitsu e Abe no Seimei. La prima è stata re-immaginata come cacciatrice di demoni, il secondo come un mago dal potere devastante. Il loro scopo è quello di liberare la loro terra dalle grinfie dei demoni e portare finalmente un’epoca di pace.

Purtroppo il comparto narrativo è ancora una volta molto debole, soprattutto se paragonato con quanto visto nei contenuti aggiuntivi del primo capitolo. Per quanto all’inizio sembri destare un buon interesse, la narrazione viene troncata e portata a termine in modo banale e frettolosa.

Anche questa volta troviamo una nuova arma, i tirapugni Tekko, che permettono di devastare i nemici con delle raffiche di combo da distanza ravvicinata, che ci permetteranno di consumare il Ki avversario in breve tempo. Nonostante gli scontri possano durare più a lungo con quest’arma, essa ci garantisce un approccio aggressivo anche contro i nemici più resistenti, grazie agli status alterati che potremo infliggere.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Impossibile non apprezzare la citazione ad un altro brand made in Koei Tecmo. Questi guanti infatti sembrano essere un fortissimo omaggio a quelli utilizzati dal buon vecchio Ryu Hayabusa di Ninja Gaiden.

Una meccanica interessante è quella della “Pietra della Costrizione“, che una volta carica di Amrita, ci permetterà di ottenere un loot di qualità Divina o superiore.

Tale meccanica aumenta in maniera smisurata la longevità per chi è alla ricerca dell’equipaggiamento perfetto, o per chi vuole farmare al fine di creare build diverse per ogni tipologia di armi. L’unica nota negativa è che la pietra potenzierà i nostri nemici, rendendo sempre più difficile gli scontri, ma aumentando a sua volta la qualità del loot.

L’addio di Hide

Probabilmente l’ultimo contenuto aggiuntivo è quello più riuscito e convincente. Il Primo Samurai propone una storia interessante che si conclude in modo dignitoso, aggiungendo alla produzione principale un quantitativo di ore non indifferente.

Ancora una volta ci ritroveremo proiettati nel passato, precisamente nell’VIII secolo, prima della nascita del primo vero Samurai. L’onere della storia è quello di chiudere il circolo narrativo iniziato con “Il discepolo del tengu”. Una volta terminato il DLC avremo finalmente un quadro completo delle vicende di Hide, ricollegandosi agli eventi della storia principale di Nioh 2.

La longevità della storia si attesta sulle cinque ore, dividendosi in sole due missioni abbastanza lunghe e impegnative. I boss presenti ci hanno dato del filo da torcere, ma ci siamo divertiti soprattutto grazie alle meccaniche uniche e dinamiche presenti durante gli scontri.

Anche chi ha raggiunto il level cap di Nioh 2 si ritroverà spesso nella schermata di morte. Il Primo Samurai non lascia scampo a nessuno, nemmeno ai giocatori più esperti.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Siamo rimasti piacevolmente colpiti dall’apparizione di Nyotengu, personaggio appartenente all’universo di Dead or Alive. All’interno del contenuto è presente in modo velato anche un riferimento al ninja Hayabusa, ma lasciamo a voi il piacere di scoprire dove si trovi questo “easter egg”.

Anche questa volta entra in gioco l’abisso, una sequela di piani dove dovremo utilizzare ogni nostra abilità combattiva per proseguire. Ogni piano ci permetterà di equipaggiare fino a quattro benedizioni e ogni qualvolta avanzeremo in questa tortuosa discesa, i nemici diverranno sempre più aggressivi.

Ad ogni nemico ucciso, avremo dei punti che potremo investire nel potenziare il nostro personaggio. Questi 108 piani presentano una difficoltà non indifferente, che farà felici i veri amanti delle sfide che solo il Team Ninja riesce a dare.

Prestazioni ancora più elevate

Configurazione PC

CPU: Ryzen 5-1600X 3,6GHz
GPU: AMD RX 580 8GB
RAM: 16GB 2400MHz

Come detto in apertura quella recensita è la versione Steam, e vi possiamo dire che si tratta di un ottimo porting. Gli utenti PC avranno infatti alcune feature aggiuntive come: una Personalizzazione completa di mouse e tastiera, Compatibilità con Gamepad, Supporto al 4K Ultra-HD, Compatibilità con schermi Ultra Wide, Supporto per monitor HDR e 144Hz con Modalità 60/120 FPS.

I filmati in game saranno cappati a 30fps in 16:9. Unica nota di demerito è che durante i filmati l’audio salta in alcuni frangenti, problema che verrà probabilmente risolto con qualche aggiornamento futuro.

nioh 2 the complete edition recensione steam

In Conclusione

Concludendo, Nioh 2: The Complete Edition è un’ottimo titolo che comprende sia il gioco base, sia tutti i DLC rilasciati, aumentando la già ottima longevità, mantenendo una difficoltà sopra la media e un combat system stratificato e complesso.

Di sicuro consigliamo il titolo a chiunque apprezzi il genere o sia alla ricerca di una sfida impegnativa. Se riuscite a sorvolare su qualche lieve sbavatura tecnica vi ritroverete tra le mani uno dei titoli più belli firmati Team Ninja.

nioh 2 the complete edition recensione steam

Recensione a cura di Federico Molino & Andrea De francesco

Nioh 2: The Complete Edition

Riassumendo

Nioh 2: The Complete Edition è un titolo che consigliamo soprattutto per la grandissima mole di contenuti presenti e che vi terrà incollati allo schermo per centinaia di ore. A parte qualche imperfezione tecnica, questo di sicuro è uno dei migliori giochi sviluppati dal Team Ninja.

Voto Finale
8.5/10
8.5/10

Pro

  • Ottimo gameplay, molto stratificato
  • La trasformazione in Yokai vi farà divertire maggiormente
  • Narrazione piacevole

Contro

  • Difficoltà un pò altalenante, ma per lo più sopra la media
  • Qualche imperfezione tecnica
Andrea De Francesco

Fin da piccolo appassionato del Giappone e della sua cultura, in particolare dei videogames, anime e manga. I generi preferiti sono survival horror, visual novel e jrpg.