Neptunia Virtual Stars – Recensione della versione PlayStation 4

Compile Heart, nonostante sia una software house poco conosciuta in occidente per via dei suoi titoli di nicchia, quest’anno ci delizia con l’uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia, rilasciato il 5 marzo in Europa e pronto per approdare anche su PC in uscita il 29 Marzo.

Neptunia Virtual Stars è un Action RPG che unisce meccaniche Beat ’em Up, TPS e un pizzico di Rythm Game. Il titolo è stato sviluppato da Compile Heart in collaborazione con il publisher Idea Factory International.

Neptunia è sicuramente una delle serie più conosciute del franchise avendo numerosi titoli fra jrpg, spin off, titoli in collaborazione con altri brand, un addattamento anime e una serie manga.

Se precedentemente le nostre Dee venivano coinvolte nella famosissima console war più femminile di sempre, ora in Neptunia Virtual Stars, noto anche come VVVtune, vestiranno i panni di idol per la seconda volta (dopo il primo Hyperdimension Neptunia: Producing Perfection).

Già Rilasciato in Giappone il 6 Agosto 2020 in concomitanza del 10° anniversario della serie, grazie a Idea Factory International abbiamo avuto modo di recensirlo. Con un design accattivante e traboccante di “gonnelle” riuscirà questa unione di generi a soddisfarci completamente? Scopriamolo insieme!

Salva il mondo con un “click”

La storia inizia introducendoci due nuovi personaggi: Kado, dea del pianeta Obsoletia e Hero, suo seguace. Queste due losche figure vogliono distruggere l’universo di Virtualand impossessandosi dell’energia dei nuclei di questi pianeti, in modo che gli abitanti di questi mondi si perdano nella disperazione e vengano soggiogati per poi entrare a far parte dell’armata Antis.

Gli Antis, cittadini colti dalla rabbia e dal rancore verso la popolarità dei Vtubers, vogliono seminare il caos.

A seguito dell’invasione del pianeta Emote, la sua Dea digitale Faira invia una richiesta di soccorso a molteplici dimensioni confidando in un miracolo. Senza nessun preavviso le V-Idols Me e You e le divinità di Gamindustri si troveranno a dover salvare questa realtà.

Il compito di affrontare questa minaccia ricadrà sulle nostre eroine che catapultate in questa terra sconosciuta e senza alcun potere dovranno collaborare tra di loro. Riusciranno le nostre V-Idol a ridare fiducia ai fan verso questo colorato mondo e a salvare l’universo di Virtualand? Non ci resta che prendere in mano i nostri Pad ed immergersi in questa divertente avventura musicale.

Il mondo del Web è infinito

In questo titolo sono presenti crossover con reali Virtual YouTubers provenienti dal network giapponese. Troviamo gli Hololive, un’agenzia di idol virtuali supportata e creata da Cover Corp; il Game Club Project, gruppo gestito da Brave Group e tanti altri. Le Dee saranno accompagnate dalle V-Idols Me e You membri delle MEWTRAL create appositamente per questo episodio.

I personaggi risultano stereotipati ma nonostante tutto fanno scorrere piacevolmente le scene e la storia. Tra Faira, la dea digitale che metterà costantemente alla prova le protagoniste, e i Vturbers che conosceremo attraverso dei mini video, le ore passeranno velocemente.

L’intera trama di Neptunia Virtual Stars ruota attorno a citazioni e personaggi del web, coprendo aspetti dell’attuale società di oggi, con gli Antis che parrebbero un rimando alla figura degli haters.

Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

A passo di danza con le Vtubers

Il gameplay è un action RPG che si suddivide su tipologie differenti per quanto riguarda il Combat System, cambiando in base al tipo di personaggio che andremo a controllare. Per le CPU Goddess avremo meccaniche ibride tra TPS e Beat’em up, dove ogni nostra Dea (liberamente scambiabile) avrà un’arma differente.

Le coppie di Vtubers invece avranno un approccio molto più hack and slash: una ragazza avrà un’arma a distanza ravvicinata mentre l’altra un’arma a lungo raggio. Proseguendo nella storia si aggiungerà un altro duo di Vtubers consentendoci di modellare un nostro stile.

Nel corso della storia sbloccheremo varie abilità che potranno essere usate da tutti i personaggi ma anche abilità esclusive sia per le CPU sia per le Vtuber. Un esempio è l’Heart Tune, un’ abilità che con una combinazione di due tasti ci permetterà di recuperare lentamente tutti i nostri HP e MP, oppure il Tokimeki Flash che ci garantirà, una volta riempita un’apposita barra circolare, di inibire gli attacchi potenti dei nemici per un breve periodo di tempo.

Anche la gestione della salute cambia in base al gruppo di eroine attualmente in uso. Per le nostre Dee avremo a disposizione un numero di vite condiviso fra le quattro che varierà grazie ad equipaggiamenti o consumabili acquistabili e successivamente utilizzabili in battaglia. Stesso discorso vale per le Vtuber con la differenza che per loro avremo una vera e proprio barra della vita a testa.

  • Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia
  • Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

Abbiamo notato diversi problemi per quel che concerne il gameplay, primo su tutti il bilanciamento dei personaggi. Nonostante i vari nemici abbiano debolezze ad un singolo personaggio, molto spesso ci siamo ritrovati più volte ad utilizzare le CPU rispetto alle Vtuber in quanto più potenti di quest’ultime. Lo spawn dei nemici avviene troppo in fretta e ciò non permette al giocatore di poter arrivare da un boss conservando qualche pozione curativa, soprattutto nelle prime ore di gioco.

Un altro problema è legato all’assenza di un sistema di parata durante le fasi di combattimento ma potremo solamente schivare. La schivata risulta però inefficace a causa di un’animazione troppo lunga che non ci permette di avere i giusti frame d’invincibilità.

Abbiamo apprezzato invece l’introduzione di varie Vtuber famose nel mondo di gioco, che potremo salvare per ottenere abilità speciali. I fan potranno apprezzare questo titolo per l’ampio gruppo di Vtuber che sono state introdotte nel gioco e che tra le quali troviamo le famosissime Sakura Miko e Houshou Marine, due fra le più celebri streamer di Hololive.

Il sipario non è ancora calato

Come citato nell’introduzione, il gioco è anche classificato come Rythm Game. Proseguendo con la storia ci verrà permesso di sbloccare il BeatTik Studio, dove potremmo scegliere la nostra ragazza preferita e danzare con lei a ritmo di musica. Scandiremo il ritmo premendo uno fra i quattro pulsanti d’azione, meccanica un po’ povera secondo il nostro punto di vista.

Durante l’avventura avremmo la possibilità di acquistare V-cube tramite l’apposita struttura. Attraverso i punti dell’Emotional Sphere, all’interno del NeoTube Plaza potremmo alzare il livello delle strutture e sbloccare nuovi oggetti e V-Make che regaleranno dei bonus extra alle nostre eroine.

Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

In questo luogo potremmo anche occuparci delle sub quest che ci affideranno le Vtubers, ricevendo così anche oggetti interessanti e utili per potenziare i nostri personaggi. Discorso diverso per le quick task, paragonabili alle classiche fetch quest, che potranno essere svolte in qualsiasi momento.

Ma non è finita qua, ci sarà consentito di esplorare i livelli precedenti del mondo virtuale, così da poter riaffrontare i vecchi boss che si rimanifesteranno più potenti di prima, sotto il nome di “Shadow”. Inoltre ogni livello nasconde un tesoro extra che conterrà oggetti rari.

Un comparto tecnico allegro e colorato

La grafica di Neptunia Virtual Stars risulta piuttosto piacevole, pur presentando qualche piccolo problema. Nonostante la mole poligonale non faccia gridare al miracolo, la staticità del mondo di gioco e i continui pop up dei modelli 3d che incontreremo durante i dialoghi faranno storcere il naso ai più.

Neptunia Virtual Stars è il primo gioco di questa serie a non ricevere il doppiaggio inglese, data la quantità dei personaggi presenti. Non avremo infatti la possibilità di cambiare la lingua del doppiaggio tramite il menu delle impostazioni.

Testando il gioco su PS4 abbiamo notato che mantiene i 30 fps stabili, seppur può capitare raramente, che durante una sequenza di combattimento con molti nemici a schermo in un’area ristretta il frame rate subisca un leggero calo.

Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

Questi problemi sono purtroppo dovuti al motore grafico, lo stesso usato in Megadimension Neptunia VII, che nonostante sia uscito nel 2015 ancora oggi non ha subito miglioramenti e presenta ancora gli stessi problemi.

L’intro è intitolata “Unlimited” ed è cantata dalle MEWTRAL le nostre protagoniste del gioco. La canzone è sottotitolata in inglese facendoci partecipi del suo profondo significato. L’atmosfera allegra del gioco va a braccetto sia con le ost dal tono colorato che con le boss fight. Le musiche sono molto immersive sia dal punto di vista del Rythm Game che per tutta la durata dell’avventura facendoci passare le ore di gioco con buon’umore.

Segnaliamo inoltre un DLC gratuito che renderà gli outfit delle nostre protagoniste più sbarazzini e il gameplay più piccante. Molti altri sono disponibili a pagamento che potrebbero fare la felicità degli amanti del genere.

Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

Conclusioni

Neptunia è sempre stata una saga che fin dalle origini non ha mai puntato su solide e profonde meccaniche di gameplay o trame epiche, ma piuttosto su personaggi stereotipati, parodie inerenti al mondo videoludico o del mondo pop in generale e fanservice. Gli spin off soprattutto ne sono ricolmi e questo Neptunia Virtual Stars non è da meno. L’ enorme presenza di varie Vtuber rende il titolo una vera e propria propaganda pubblicitaria piuttosto che un gioco basato su di loro.

Compile Heart quest'anno ci delizia con l'uscita di un nuovo capitolo spin off della serie di Neptunia

Recensione a cura di Lara Seragaki & Jonathan Grazioli

Riassumendo

Abbiamo trovato il gameplay di questo titolo piuttosto confusionario, specie per chi non ha mai provato un gioco di questo genere o simili. Consigliamo vivamente Neptunia Virtual Stars ai fan più accaniti della serie, che non rimarranno delusi dalle battute e potranno gioire nel vedere le proprie eroine preferite ballare a colpi di fucile accompagnati da musica Jpop.

Voto Finale
6/10
6/10

Pro

  • Accompagnamento musicale degno di nota con tracce di Idol famose
  • Tante attività secondarie
  • Trama semplice, ma divertente

Contro

  • Grinding quasi obbligatorio
  • Continui pop up a schermo dei modelli 3D
  • Gameplay sbilanciato
Lara Seragaki

Lara Seragaki

Leave a Reply