New Pokémon Snap – Una recensione su binari

Nel 2000 in piena Pokémon Mania usciva in Europa Pokémon Snap, un nuovissimo ed innovativo Spin-off per Nintendo 64 che permetteva di fotografare i mostriciattoli che ancora oggi a distanza di anni tutti adoriamo. Dopo ben 21 anni grazie a Nintendo noi di GameIndustry.it abbiamo potuto mettere le mani sul remake New Pokémon Snap, titolo sviluppato da Bandai Namco Studios ed uscito in esclusiva su Nintendo Switch. Venite a scoprire cosa ne pensiamo!

Benvenuti nella regione di Lentil

Dopo averci fatto scegliere: la lingua dei testi, il doppiaggio, l’aspetto del protagonista ed il nome; il titolo si apre con un fantastico filmato, che vede il nostro arrivo al Laboratorio Pokémon e scienze naturali di Lentil, che fungerà da HUB utile per poter avviare le nostre spedizioni, guardare le foto scattate o caricarle online.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Qui ci accoglierà il Professor Speculux con la sua assistente Rita i due ci affideranno il compito di esplorare l’intera regione di Lentil per fotografare ogni specie di Pokémon al fine di completare il Fotodex, potendo così studiarli ed allo stesso tempo risolvere il mistero che sta colpendo alcuni Pokémon, rendendoli luminosi!

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Dopo questa breve introduzione e un breve tutorial su come fotografare le creature tascabili veniamo subito catapultati nella nostra prima esplorazione che effettueremo con la navicella NEO-UNO, mezzo di trasporto eccezionale, che sarà capace di farci superare ed esplorare ogni tipo di zona. In totale il titolo presenta 5 isole con all’interno ben 21 percorsi diversi.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Alla ricerca dello scatto perfetto

Le esplorazioni consistono nell’attraversare un percorso su binari, dalla durata di 5-6 minuti circa, dove sarà possibile osservare e immortalare i vari Pokémon presenti nel proprio habitat naturale, ma fate attenzione perché non saranno tutti facilmente visibili, infatti molti si nasconderanno sotto terra o dietro dei cespugli, sarà nostro dovere capire come attirarli allo scoperto e scattare al momento giusto.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Per fare ciò potrete utilizzare vari strumenti come le mele, che andranno lanciate, delle melodie, così da incantare la creatura, oppure ancora le sfere lumina per farli brillare ed innescare delle animazioni speciali.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Al termine delle esplorazioni possiamo scegliere 1 sola foto per Pokémon da mostrare al Professor Speculux che ci darà un punteggio in base alla posa, inquadratura, sfondo e Pokémon presenti nell’immagine. Il punteggio totale servirà a far avanzare di livello il tracciato per sbloccare nuove creature all’interno di esso.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Purtroppo è qui che si presenta uno dei difetti del titolo, per quanto la meccanica dei percorsi su binari sia piacevole il doverlo ripetere più volte per farlo salire di livello e sbloccare nuovi eventi alla lunga annoia, ed i sistemi di ricompense, rilegati solamente a dei titoli da sbloccare come una sorta di trofei interni al gioco, non bastano a spingere il giocatore a ripetere sempre lo stesso percorso.

Senza contare che la stessa meccanica dei binari non è stata svecchiata per nulla, ad oggi è godibile solamente su titoli di nicchia tipo Pistol Whip per i visori di realtà virtuale che grazie a quest’ultima hanno dato nuova vita ai Rail-shooter.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Avremo sicuramente gradito vedere la presenza di enigmi da risolvere o una maggiore interazione con l’ambiente, sicuramente due aggiunte che avrebbero fatto venire la voglia al giocatore di sperimentare e quindi riprovare più volte il percorso.

Anche i brani presenti non ci hanno particolarmente colpito, molto anonimi e poco d’impatto, difficilmente vi capiterà di canticchiarli. Data l’impossibilità di spostarci o avere un minimo di sfida sarebbe stata gradita la presenza di una colonna sonora orecchiabile o addirittura un selettore musicale per poter mitigare un minimo la ripetitività presente durante i vari gameplay.

Alla ricerca dei Pokémon Lumina

Un’altra meccanica che ci ha veramente convinti poco è la cosiddetta Zona Lumina, che ci permetterà di fotografare un Pokémon gigante e luminoso chiamato appunto Pokémon Lumina.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Per quanto l’idea di base sia carina, questa è stata integrata nel modo più sbagliato possibile, il Pokémon in questione si limiterà a girare nel percorso senza interagire con noi e soprattutto senza ostacolarci in nessun modo; il giocatore dovrà solamente scattare varie foto totalmente inutili dato che se ne potrà mostrare solamente una a fine livello.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

La scelta presa dagli sviluppatori ci è sembrata totalmente insensata e messa lì solamente per aumentare artificialmente la durata generale del titolo. Sarebbe stata sicuramente più gradita la possibilità di “combattere” il Pokémon tramite l’utilizzo degli strumenti a nostra disposizione (cosa che avviene in modo parziale con un solo livello su 5) per poter scattare la foto e soprattutto la possibilità di consegnare più di una foto, data la rarità del Pokémon all’interno della lore del gioco.

L’unica cosa che ci è piaciuta delle Zone lumina è la qualità delle animazioni date al Pokémon e alle cutscene iniziali, che si dimostrano sempre curate e molto scenografiche.

La regione più viva mai vista

Per quanto riguarda i Pokémon presenti invece è stupefacente vedere come siano stati integrati oltre 200 Pokémon (più del triplo rispetto a quelli presenti su Nintendo 64) in modo perfetto all’interno di ogni bioma, come se non bastasse ognuno di questi gode di animazioni uniche che li rendono più vivi che mai.

Rimarrete incantati più volte a vedere gli Aipom dondolarsi sulle liane o i Mightyena cacciare di notte in mezzo alla neve, insomma sono state aggiunte quel tipo di animazioni che tutti avremmo voluto vedere sui titoli principali.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Lo stile grafico utilizzato è eccezionale e curato nel minimo dettaglio soprattutto sui modelli dei Pokémon e sulle animazioni utilizzate sempre attinenti alla natura di questi ultimi e mai fuori luogo o banali. Anche le aree di gioco sono state curate nei minimi dettagli, che siano le fitte foreste dell’isola di Floreo o le ardenti cavità del Vulcano Magmag ogni bioma saprà regalarvi panorami unici.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Graditissima anche la presenza di parecchia lore riguardante il mondo Pokémon, infatti più volte durante i dialoghi ci capiterà di venire a conoscenza di eventi accaduti nella regione di Lentil più di 2000 anni fa. Per i fan più accaniti questa sarà una piacevolissima aggiunta dato che nel corso di quegli anni sono successe parecchie cose nei titoli principali, insomma non mancheranno di certo le teorie che tanto ci piace fare.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Una grandissima nota di merito va ai filmati di gioco, che si piazzano tranquillamente al primo posto, per quanto riguarda i titoli Pokémon, mai si erano visti dei filmati così curati e d’effetto speriamo di rivedere questo stile nei titoli successivi.

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

Entrando più nel dettaglio invece il titolo gira in 1080p 60 FPS in modalità fissa ed in 720p 60 FPS in modalità portatile. Durante le nostre sessioni non ci sono mai capitati cali di frame o freeze.

L’ultimo scatto

New Pokemon Snap – Una recensione su binari

L’ultima fatica di Nintendo e Bandai Namco Studios dunque pecca sull’obbiettivo principale ovvero divertire ed intrattenere, e la sola meccanica del fare foto ai Pokémon che tanto era stata innovativa sul Nintendo 64, oggi si è dimostrata non all’altezza, sicuramente per colpa dell’ormai onnipresente possibilità di effettuare screenshots su tutte le console e che quindi va a far perdere la “magia” dell’immortalare frame di gioco del titolo originale.

Anche la scelta di tenere il titolo su binari si è dimostrata fallimentare e poco in linea con i tempi senza un vero tentativo da parte di Bandai Namco Studios di svecchiarla o innovarla.

Detto questo New Pokémon Snap è un titolo che ha osato poco ed è rimasto bloccato nel passato, ma nel complesso è un gioco sicuramente rilassante e tecnicamente ben fatto, sicuramente consigliatissimo per i più piccoli, ma anche ai più grandi. Per questi ultimi il nostro consiglio è quello di giocarlo saltuariamente e con molta calma data anche la durata esigua del titolo che noi abbiamo terminato in quasi 8 ore.

Riassumendo

L’ultima fatica di Nintendo e Bandai Namco Studios dunque pecca sull’obbiettivo principale ovvero divertire ed intrattenere, e la sola meccanica del fare foto ai Pokémon si è dimostrata non all’altezza, sicuramente per colpa dell’ormai onnipresente possibilità di effettuare screenshots su tutte le console. Tuttavia New Pokémon Snap rimane un gioco rilassante e tecnicamente ben fatto, sicuramente consigliatissimo per i più piccoli, ma anche ai più grandi. 

Voto Finale
6.7/10
6.7/10

Pro

  • Cutscene ben fatte
  • Pokémon mai stati così vivi
  • Bellissimo stile grafico

Contro

  • Molto ripetitivo
  • colonna sonora dimenticabile
  • Non riesce ad intrattenere abbastanza
  • Durata esigua
Antonino Nicola D'angelo

Nato a Palermo il 3 Febbraio del 1999, cresciuto a pane e videogiochi ed amante di anime e manga. Gioca ad un po’ di tutto, prediligendo il genere degli RPG.
“Da un calcio alla ragione e fa spazio all’impossibile”

Leave a Reply