Exodus – Un primo sguardo a un nuovo e interessante RTS

Qualche giorno fa ho avuto il piacere di fare due chiacchiere con i ragazzi dello studio di sviluppo DamageLine Studios, i quali stanno lavorando a pieno regime sul loro primo titolo ufficiale: Exodus.

Il team è composto da Edoardo Vitali (che abbiamo già avuto il piacere di conoscere, per via del suo progetto dedicato al videogioco ambientato nella Riviera delle Palme), che si occupa principalmente del comparto narrativo, mentre dal lato sviluppo troviamo Juri Schneider e Jonathan Sieben.

RTS e Horror nello stesso titolo

Exodus è un titolo di strategia in tempo reale, che fonda le sue meccaniche di base guardando agli RTS vecchia scuola, un genere che ha saputo fare da padrone nel mercato videoludico su PC per tantissimi anni.
Il titolo è veramente ambizioso e, infatti, gli elementi che lo studio di sviluppo vuole inserire per caratterizzare il gioco sono veramente molteplici.

Formazione di legionari in Exodus

Exodus punta a distinguersi fin da subito mettendo in chiaro che la combinazione di generi proposti è abbastanza inusuale: infatti i ragazzi mi hanno confermato e ribadito che saranno presenti degli elementi horror che andranno a creare un’atmosfera suggestiva ed inquietante. Non ci sono molti esponenti del genere che hanno provato a mescolare RTS e Horror, ed è per questo motivo che questa combinazione ci ha particolarmente incuriosito.

Alla base del gioco, troviamo un sistema composto da fazioni. Nella versione finale del gioco, ne saranno presenti tre, ognuna con una sua campagna distinta e peculiare. Ovviamente ogni fazione sarà caratterizzata diversamente e le meccaniche di gioco cambieranno in base alla fazione scelta.

Inoltre i ragazzi di DamageLine hanno sottolineato come l’elemento narrativo sarà fondamentale per Exodus, il quale vuole essere un gioco estremamente story-driven. Senza entrare troppo nel dettaglio ci è stato detto che l’incipit narrativo è basato su una versione alternativa della storia dell’essere umano.

Un progetto ambizioso che ci affascina non poco

Un elemento di gameplay che potrebbe rendere Exodus davvero intrigante è il fatto che le vicende del gioco porteranno gli utenti a vivere un’enorme porzione di storia del genere umano. Durante le campagne si partirà infatti dalla preistoria, passando per l’epoca moderna e raggiungendo ere futuristiche.

Ciò potrebbe aiutare a tenere il ritmo di gioco sempre elevato, grazie al fatto che le meccaniche di gameplay varieranno e si evolveranno in base allo scenario che si sta vivendo in quel momento della campagna. D’altra parte non possiamo nascondere che riuscire a ottenere un obbiettivo simile, senza fare strafalcioni e senza cadere nella confusione generale, ci sembra veramente difficile e ambizioso. Però abbiamo fiducia nel team.

Accampanento in Exodus

Inoltre, anche dal punto di vista grafico il titolo promette grandi cose. Staremo a vedere quali saranno gli assi nella manica dei ragazzi.

Come detto poche righe fa, il progetto è ambizioso. DamageLine Studios ci ha rivelato che la versione finale del titolo non sarà pubblicata su Steam prima del 2023. Per fortuna dovremo aspettare molto meno prima di poterlo provare.

Exodus arriverà infatti su Steam in Early Access e presenterà un prezzo di lancio vantaggioso. Il titolo sarà aggiornato costantemente fino al raggiungimento della versione completa e non saranno presenti microtransazioni di nessuna sorta.

La pagina Steam di Exodus è già online e vi anticipiamo che presto arriverà sulle nostre pagine anche un provato del titolo, nel quale parleremo della nostra esperienza con una prima versione del gioco.

Se volete sostenere il team di sviluppo, potete contribuire grazie alla loro pagina Patreon.

Vi lasciamo inoltre i loro link social per restare sempre aggiornati:

Instagram, Twitter, Facebook

Avatar

Classe ’98, appassionato fin da piccolo da videogiochi e tecnologia, laureato in informatica presso l’Università degli Studi di Camerino. Amante della DC Comics e del cinema.

Leave a Reply